Laghi delle Marche: quali visitare e attività da fare

Un viaggio alla scoperta dei i laghi delle Marche, dalle cime dei Monti Sibillini alle morbide colline dove troviamo quelli più conosciutì.

Una vacanza nei laghi delle Marche

Le Marche sono considerate una meta eccezionale di vacanza per le sue splendide spiagge sulla costa.

Sapete che nell’entroterra marchigiano ci sono numerosi laghi e bacini artificiali di straordinaria bellezza?

Luoghi piacevoli in cui rilassarsi, prendere il sole, fare il bagno o un svolgere un sacco di attività sportive e naturalistiche.

Vediamo insieme quali visitare e cosa fare!

I laghi in provincia di Ancona

  • Laghetti di Portonovo a Ancona

Portonovo è conosciuta per il noto centro turistico Bandiera Blu e la sua baia nel cuore del Parco Regionale del Monte Conero.

Pochi sanno che si trovano anche due laghetti molto importanti dal punto di vista paesaggistico ed ambientale: il Lago Profondo ed il Lago del Calcagno o Lago Grande.Laghetti di Portoonovo - MarcheLa particolarità dei laghi a pochissima distanza dal mare è che contengono acqua salmastra, risultante della mescolanza di acqua di mare con acqua dolce.

I laghetti di Portonovo sono gestiti dal Parco del Conero che ha elaborato vari piani di recupero del suo un habitat naturalistico e salvaguardua della flora della fauna locale.

I laghi in provincia di Ascoli Piceno

  • Lago di Gerosa a Montemonaco

Il Lago di Gerosa è un bacino artificiale che sorge a 650 mt. s.l.m. e dista 6 km da Montemonaco, comune del Parco Nazionale di Monti Sibillini.

Alimentato principalmente dal fiume Aso che dalle pendici del Monte Vettore scende fino all’Adriatico.

Durante il periodo estivo le sue spiaggette sono frequentate da numerosi turisti.  La riva destra, prevalentemente ricoperta da boschi, è la meno accessibile ma ben si presta per godersi rilassanti e piacevoli passeggiate o praticare il Nordic Walking.

Nei sentieri boschivi si possono incontrare alcune specie di mammiferi selvatici come il capriolo, l’istrice o il tasso e il lago è popolato da diverse specie ittiche chelo rendono molto pescoso.

Lago di Gerosa - Marche

  • Laghetto di Palazzo Borghese a Montemonaco

Il Laghetto di Palazzo Borghese è un piccolo specchio di acqua raggiungibile solo a piedi nel Parco dei Monti Sibilini e visibile esclusivamente tra la primavera e l’inizio dell’estate dopo lo scioglimento delle nevi dei ghiacciai invernali.

  • Lago di Castel Trosino a Ascoli Piceno

Il Lago di Castel Trosino è situato ad Ascoli Piceno.

Il lago è formato dallo sbarramento del torrente Castellano, un affluente di destra del fiume Tronto.  A valle della diga è possibile scorgere la confluenza del fiume all’interno dell’acquedotto romano che portava acqua ad Ascoli.

A monte del lago si trovano le famose sorgenti d’acqua sulfurea (salmacina), già conosciute dai Romani, alcune delle quali sono ancora visibili, raggiungibili grazie alla pista ciclo-pedonale. Altre informazione al CEA Rifugio Escursionistico Mario PaciAscoli-Piceno-Lago-di-Castel-Trosino

  • Lago di Talvacchia a Ascoli Piceno

Il Lago di Talvacchia (frazione del Comune di Ascoli Piceno) è posto a cavallo tra Marche e Abruzzo ad una decina di km da Ascoli Piceno e ad un’altitudine di circa 500m slm.

Nel periodo autunnale è quasi completamente vuoto e si possono vedere vecchie case e ponti che normalmente sono sommersi. Percorribile in parte grazie a una pista ciclopedonale.

I laghi in provincia di Fermo

  • Lago di San Ruffino a Amandola

Il Lago di San Ruffino si trova nel comune di Amandola, nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Un lago artificiale che venne creato nel 1961 costruendo una diga, al fine di interrompere il corso del fiume Tenna creando un invaso per l’accumulo e la riserva di acqua in caso di annate poco piovose. Quando in autunno la diga viene aperta con l’acqua libera di defluire verso valle, il lago, come per magia, scompare. Per questo motivo il lago viene anche chiamato “Lago Fantasma”.

Attorno al lago si snoda un sentiero percorribile a piedi, a cavallo o in mountain bike. Vengono organizzate gite in canoa e regate a vela molto suggestive.

Da visitare: A circa 1 Km l’Abbazia dei Santi Vitale e Ruffino e Amandola, uno dei più importanti centri storico-culturali dei Monti Sibillini.

Dal punto di vista gastronomico Amandola è rinomata per il tartufo bianco e per la produzione della Mela rosa dei Monti Sibillini, un presidio Slow Food.Lago di San Ruffino - Amandola Marche

I laghi in provincia di Macerata

  • Camerino- Lago di Polverina

Il Lago di Polverina si trova tra le Marche e l’Umbria, vicino a Camerino, alle porte del Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Un bacino artificiale dalla forma allungata formato dallo sbarramento del fiume Chienti.

Per la sua pescosità è molto apprezzato dagli amanti della pesca sportiva e le sue sponde si prestano per passeggiate naturalistiche osservando la flora e la fauna. Il lago si trova infatti all’interno dell’”Oasi di protezione faunistica di Polverina”.

  • Lago di Castreccioni o di Cingoli

Il Lago di Castreccioni per le sue dimensioni è non solo il più grande bacino artificiale della regione Marche ma anche di tutto il centro Italia. Si trova nel Comune di Cingoli, il Balcone delle Marche ed uno dei “Borghi più belli d’Italia”.

È il luogo ideale per trascorrere delle giornate in relax passeggiando lungo le sponde o noleggiando barche, pedalò, canoe, natanti elettrici. Sulle rive del lago sono presenti dei punti ristoro, quali bar, agriturismi, e punti con ombrelloni.

Lago di Cingoli. Marche

Foto di M. Fraternale Meloni

  • Lago di Fiastra

Il lago di Fiastra costituisce il più grande bacino idroelettrico delle Marche. Una conca circondata da bellissime colline e ai piedi dei Monti Sibillini, a 685 metri.

Il blu intenso e la pulizia delle sue acque ne fanno un valida alternativa alle affollate spiagge costiere.

 

La spiaggetta principale di San Lorenzo al Lago è attrezzata anche con bagnino. Amplissimi sono gli spazi di spiaggia libera. La balneazione è possibile in alcuni tratti segnalati.

Nel lago sono disponibili apposite aree di sosta – campeggi e aree sosta camper – e parcheggi tutt’intorno alle zone balneabili.

Numerose sono le attività praticabili nel lago: escursioni a piedi ed in mountain bike sul lago e nei monti, passeggiata nordica, corsa, pesca, sport acquatici,  andare a vela o in canoa, affittare pedalò, canoe o mountain bike e sfruttare le aree adibite alla griglia.

Durante l’inverno, nelle vicinanze è possibile sciare o partecipare a ciaspolate organizzate.

Lago di Fiastra - Marche

Foto di Paola Moretti

Presso il Parco Avventura sul Lago vengono organizzate varie attività all’aperto, tra le quali tour naturalistici in barca, tiro con l’arco,  o anche, grazie alla teleferica, è possibile attraversare il lago da una sponda all’altra.

  • Serrapetrona- Lago di Caccamo

Il Lago di Caccamo è la meta ideale per una gita all’insegna del relax. Si trova lungo la valle del fiume Chienti, nel cuore dell’Unione Montana Monti Azzurri, nel comune di  Serrapetrona, tra Civitanova Marche a Foligno.

Questo lago è frequentato dagli appassionati di pesca e di canottaggio e consente di godere, lungo le sue sponde, di rilassanti passeggiate, escursioni e punti pic nic.

  • Tolentino- Lago delle Grazie

Il Lago delle Grazie si trova a pochi chilometri da Tolentino, sul fiume Chienti, in un luogo di notevole valenza naturalistica e turistica. Il lago è situato nell’ Oasi di protezione faunistica delle Grazie

  • Tolentino- Lago Le Vene

Nella Riserva Naturale di Fiastra è presente il lago “Le Vene, situato lungo l’omonimo sentiero natura che attraversa il territorio agricolo compreso tra la “Selva” ed il fiume Fiastra.

Il lago è un’ex cava di ghiaia che è stata recuperata dal punto di vista ambientale dopo la nascita della Riserva.

  • Lago di Boccafornace a Valfornace (località Pievebovigliana)

Il Laghetto di Boccafornace è situato in località Pievebovigliana, nel comune di Valfornace. Dal lago di Boccafornace si può proseguire in direzione “Convento” e al Castello di Beldiletto, percorrendo panoramiche stradine di campagna. L’area che circonda il lago è adatta per la pratica del Nordic Walking.

I laghi in provincia di Pesaro Urbino

  • Lago del Furlo a Acqualagna

Il Lago del Furlo si trova nella Riserva Naturale Gola del Furlo, posta lungo il tracciato originario della via Flaminia, la via consolare romana che collega Roma a Rimini. Di notevole interesse dal punto storico, suggerisco di fermarvi a osservare la galleria romana del Furlo, scavata nella Gola del Furlo, tuttora esistente fatta scavare nel 76d.C. dall’imperatore Vespasiano.

La rete sentieristica della riserva consente di scoprire i boschi, luoghi ideali per gli appassionati di birdwatching.

Una tappa immancabile nei vostri itinerari storico, artistici e gastronomici nelle vicine località di Apecchio, Cagli, Cantiano, Piobbico e Acqualagna.

Acqualagna- Lago del Furlo

Foto di Silvia Badriotto

  • Sassocorvaro- Lago di Mercatale

Il Lago di Mercatale, si trova ai piedi della collina del centro storico di Sassocorvaro. Il borgo medievale di Sassocorvaro è caratterizzato dalla Rocca Ubaldinesca e dagli splendidi panorami che si affacciano al sottostante lago.

Il lago, artificiale chiuso da una diga sul fiume Foglia, è  meta di canottieri, pescatori e visitatori alla ricerca di relax, tranquillità e di un luogo ideale per le loro scampagnate, essendovi a disposizione un parco attrezzato anche con bar e ristoro, aperto da aprile ad ottobre.

Lago di Mercatale Sassocorvaro Marche

Foto di Davide Maina

Una curiosità sui laghi delle Marche

Sulle cime dei Monti Sibillini, a 1.941 metri di altezza, in cima al Monte Vettore, è incastonato il Lago di Pilato, a Montemonaco.

Curiosità: Unico lago naturale delle Marche e uno dei pochissimi laghi glaciali di tipo alpino dell’Appennino.

Leggete l’itinerario di trekking raccontato nel nostro blog. 🙂

Il lago di Pilato - laghi nelle Marche

Foto © Finasteride

Tutti altri laghi marchigiani sono stati creati dall’uomo ma non meno importanti per le bellezze ambientali e le attrattive turistiche, essendo mete apprezzate dai visitatori.

Cosa fare nei laghi delle Marche?

Una vacanza al lago è sinonimo di riposo e tranquillità, ma anche di attività all’aria aperta, sport e divertimento.

Praticare sport acquatici (windsurf, vela o canoa) e attività a contatto con la natura come la pesca sportiva o parchi avventura, l’escursionismo o la mountain bike.

Potete osservare la fauna nelle riserve e oasi naturali dei laghi dove spesso si riposano e  nidificano uccelli migratori

E non scordatevi che molti laghi sono balneabili!

Scegli il tuo itinerario nei laghi delle Marche, che sia naturalistico, culturale, enogastronomico o romantico.

Il lago è la meta perfetta per una vacanza o per una gita fuori porta e lasciatevi emozionare dalla belleza del paesaggio circostante, perdetevi tra i borghi e paesini marchigiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.