Ponti di Primavera: idee di viaggio nelle Marche

Approfittate dei Ponti del 25 Aprile e 1° Maggio per scoprire le Marche

La primavera sta sbocciando, perché non approfittare per staccare la spina? Le Marche vi accoglieranno con la magia dei suoi borghi senza tempo, incantevoli mostre ed eventi imperdibili.

Siete pronti per un pieno di relax, divertimento e ottima cucina? Ecco alcuni spunti che potranno aiutarvi a scegliere il vostro itinerario di viaggio.

Concedetevi un tour dei borghi e dei castelli delle Marche

I borghi delle Marche sono luoghi che rimandano ad una vita in equilibrio con i ritmi delle stagioni e in armonia con la natura. Sono luoghi di storia e tradizione che vi accoglieranno con calore.

Potete scegliere uno dei 29 Borghi più belli d’Italia, il riconoscimento assegnato ai piccoli centri italiani di spiccato interesse artistico e storico, di cui le Marche sono particolarmente ricche.

Offida, uno dei borghi più belli d’Italia in provincia di Ascoli Piceno – Foto di Sonia Darini

Oppure decidere di percorrere il suggestivo itinerario dei 9 castelli di Arcevia, borghi tre-quattrocenteschi dai quali si possono godere splendidi panorami o quello dei Castelli del Verdicchio celebri per il vino che è diventato l’emblema della nostra terra, uno dei più grandi vitigni autoctoni d’Italia.

Tour dei 9 Castelli di Arcevia

Di meraviglie è ricchissima la provincia di Pesaro Urbino dove si snoda l’Itinerario della Bellezza di cui fanno parte otto ‘perle’: Urbino, Pesaro, Gradara, Pergola, Sant’Angelo in Vado, Fossombrone, Mondavio, Colli al Metauro. Nel periodo dei Ponti di Primavera troverete musei aperti, mostre, raduni camper, tradizioni, enogastronomia, attività per bambini. Siete pronti per immergervi in tanta bellezza?

Itinerario della Bellezza in provincia di Pesaro Urbino. Dall’alto a sinistra: Urbino, Pesaro, Bronzi dorati di Pergola, castello di Gradara, Rocca di Mondavio, Sant’Angelo in Vado, Fossombrone, Saltara e Teatro Rossini di Pesaro

Un tuffo nella natura e nel mistero delle Grotte di Frasassi

Avete visto la bellezza delle Grotte di Frasassi nel programma Meraviglie La Penisola Dei Tesori con Alberto Angela? Che ne dite di venirle a scoprire con i vostri occhi? Vi suggeriamo un bellissimo itinerario nel Parco Naturale Regionale Gola della Rossa e di Frasassi che attraversa le Gole e i borghi medievali dal sapore fiabesco con tesori d’arte da visitare e specialità culinarie da assaggiare. Questo tour è perfetto in tutte le stagioni ed è adatto per grandi e piccini. 

Alberto Angela ha fatto tappa nelle Marche, alle Grotte di Frasassi, con il suo programma Meraviglie La Penisola dei Tesori

Alla scoperta delle Marche in camper

Se amate la vacanza itinerante a stretto contatto con la natura, la storia e la cultura dei luoghi, i ponti di Primavera sono una fantastica occasione per scoprire gli itinerari plein air nelle Marche realizzati in base alla localizzazione delle aree attrezzate e campeggi. Pensate che la regione Marche si attesta fra le regioni più attive nel turismo pleinair con le sue 90 aree di sosta di cui 24 d’eccellenza.

Foto di Claudio Scarponi

Ad Ascoli Piceno “Fritto Libera Tutti!”

La regina incontrastata sarà l’oliva all’ascolana, a Fritto Misto, il grande festival nazionale dedicato alle fritture italiane ed internazionali che da quindici anni va in scena nel magnifico scenario di Ascoli Piceno.

Con un claim nuovo di zecca, Fritto libera tutti!, l’evento è pronto ad accogliere golosi da tutta Italia dal 23 aprile al 1° maggio 2022, nella centralissima Piazza Arringo con un ricchissimo programma, pensato per soddisfare un pubblico di tutte le età.

Fritto Misto ad Ascoli Piceno

L’area centrale dell’evento sarà il Palafritto, un luogo magico che permette nella cucina di 250 metri quadrati l’incontro delle più diverse culture culinarie italiane e straniere.

Prendere parte a Feste un po’ folli

Per chi ha voglia di divertirsi “a suon di colori” c’è la Festa dei Folli di Corinaldo, l’evento di primavera più pazzo che ci sia che si terrà dal 23 al 25 aprile, con artisti di strada, street band, tornei degli sbandieratori, mercatini dell’artigianato locale e prodotti tipici, concerti rock e folk, stand gastronomici, laboratori per bambini. Un’occasione da non perdere per passare un weekend in uno dei borghi più belli d’Italia e Paese Bandiera Arancione del Touring Club Italia.

Festa dei Folli a Corinaldo

Il momento clou sarà il 25 aprile, con la Crazy Run, la folle corsa colorata, un evento da non perdere attorno alle mura del borgo

Per fare un salto nel passato, Fermignano organizza il 56° Palio della Rana, dal 22 al 24 aprile dove si terrà una gara davvero singolare, che ha origini nel lontano 1607. La competizione consiste nel trasportare una rana su una carriola, correndo per 170 metri verso il traguardo. Se salta via l’atleta è escluso dalla gara. Per partecipare sono richieste velocità, orientamento, scatto, abilità nella conduzione della carriola, freddezza, determinazione e un bel po’ di fortuna nel trovare la rana giusta che decida di godersi la corsa in carriola fino al traguardo.

Il curioso Palio della Rana a Fermignano

Costumi storici, spettacoli di artisti di strada, giullari e musici, commedianti e poeti, mercatini d’antiquariato, spettacoli dei falconieri e tanto altro ancora la faranno da padrone nel piccolo borgo vicino a Urbino.

Tour dei luoghi della spiritualità

Cercate una vacanza per il cuore e per la mente? Approfittate di questi lunghi ponti di primavera per visitare i luoghi della spiritualità e della meditazione delle Marche, terra di santi, beati e papi che hanno segnato la storia e la cultura regionale. Camaldolesi, cistercensi e francescani hanno costellato il territorio di monasteri, abbazie, conventi, alcuni dei quali aprono ancora oggi le loro porte a ospiti e visitatori come un tempo le aprivano a pellegrini e viandanti.

Abbazia di Fiastra in provincia di Macerata

Le Marche in mostra

Se siete appassionati d’arte, dal Rinascimento all’Arte Contemporanea, le Marche vi accoglieranno con prestigiose mostre. Ecco alcuni spunti su ciò che potete ammirare:

  • Primavera scientifica al Museo del Balì: se cercate un posto originale per la classica scampagnata dei ponti, il Museo del Balì di Saltara apre le porte ai suoi visitatori per tutto il giorno dalle 10: 30 alle 19:30 in occasioni delle due giornate dei ponti: 25 aprile e 1 maggio. Un’occasione per stare in compagnia e godersi oltre alla spettacolare location, ideale per un pic-nic, anche le numerose attività proposte dal museo: spettacoli di intrattenimento scientifico, sfide a squadre a colpi di enigmi scientifici, osservazioni guidate del Sole e, naturalmente, i suggestivi spettacoli al planetario e la divertente visita interattive alle sale.
  • Fino al 25 aprile a Palazzo Mosca – Musei Civici di Pesaro potrete ammirare la mostra dedicata al grande pittore e incisore olandese Rembrandt Harmenszoon van Rijn (1606 Leida – 1669 Amsterdam) dal titolo “Rembrandt incisore” con oltre cento opere che raccontano la produzione grafica di uno dei massimi artisti di tutti i tempi. La retrospettiva è a cura di Luca Baroni.
  • A Montalto delle Marche potrete ammirare la mostra “Sisto V e Pericle Fazzini. Gloria e Memoria” allestita in occasione del V centenario della nascita di papa Sisto V che vuole raccontare due figure marchigiane apparentemente diverse ma che hanno molti punti in comune.
  • A Jesi si celebrano due grandi fotografi: “Luigi Ghirri (non) luoghi” in occasione del trentennale dalla morte del grande maestro, la Fondazione Cassa di Risparmio propone un racconto emozionale, un percorso che disvela al visitatore il modo in cui Ghirri entra in rapporto con le cose, celebrando l’artista e ponendo l’attenzione sulla sua intima necessità di fotografare. Dal 30 aprile da non perdere a palazzo Pianetti “Elegia Fantastica: la Marche tra ricordi e visioni” di Emanuele Scorcelletti. Attraverso cento fotografie e un libro, l’esposizione esplora il profondo legame del fotografo Emanuele Scorcelletti con le Marche, sua terra di origine, in un viaggio introspettivo nei luoghi del passato, ripercorsi per mesi tra boschi, spiagge, piccoli paesi.
  • Al Corridoio Innocenziano dell’Arena Sferisterio di Macerata rimarrà aperta al pubblico fino al 1^ maggio 2022 “Raffaello. Una mostra impossibile”, esposizione nata per contribuire a celebrare il 500° anniversario della morte del Divino Pittore che raccoglie 45 dipinti, compreso l’affresco de La Scuola di Atene, riprodotti rigorosamente in dimensione reale (scala 1:1) e ad altissima definizione. 
  • A Recanati, Macerata e Civitanova, per celebrare i cent’anni dalla nascita di Wladimiro Tulli un artista che tanto ha dato alla propria terra potrete ammirare una mostra itinerante con quattro diverse esposizioni: a Recanati Tulli per Giacomo, a cura di Nikla Cingolani, sono esposte 33 opere raffiguranti i temi principali delle liriche leopardiane, in un dialogo tra pittura e poesia che ha accompagnato Tulli per tutta la vita. A Macerata due mostre: Vitalismi a cura di Paola Ballesi e Giuliana Pascucci ai Musei Civici di Palazzo Buonaccorsi e Futuro interiore a cura di Roberto Cresti al Museo Palazzo Ricci. La prima è una vera e propria esposizione antologica mentre la seconda focalizza l’attenzione su una selezione di opere dal Futurismo agli anni Cinquanta e Sessanta. Civitanova Marche ospita Cavalcare i sogni, a cura di Enrica Bruni e Stefano Papetti, un allestimento delle “grandi opere”, cui il Maestro ha dedicato gli ultimi anni, che troveranno posto negli spazi dell’auditorium di Sant’Agostino.

Non dimenticate di assaggiare le specialità delle Marche

Dall’Olio Extravergine di Cartoceto fragrante e profumato, alla dolce e delicata Casciotta di Urbino, il Prosciutto di Carpegna sapientemente stagionato, per non parlare della sfiziosa e riccamente farcita Oliva Ascolana del Piceno, del ricercato Formaggio di Fossa di Sogliano e dei gustosi Salamini alla Cacciatora: i prodotti DOP delle Marche sono un vero trionfo del gusto, premiati per l’origine delle materie prime e l’autenticità del procedimento di lavorazione.

Foto Collage di copertina: Campagne di Cingoli di Rosaria Persi (da Instagram), Urbino di Paolo Mini, Offida, Chiesa Santa Maria della Rocca di Sonia Darini, La Vela di Portonovo di @marisa_aliberti (da Instagram)

Ti potrebbe interessare anche...

One thought on “Ponti di Primavera: idee di viaggio nelle Marche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.