I cappelletti, la ricetta di Natale nelle Marche

È arrivata l’atmosfera magica che si respira solo a Natale e, con essa, la voglia di passeggiare per le vie illuminate, di curiosare tra i mercatini, di lasciarsi incantare dai presepi. C’è la volontà di non dare nulla per scontato e di fermarsi ad apprezzare il calore e le tradizioni che le festività natalizie portano con sé. È per celebrare questo clima di festa che oggi torniamo nella cucina di nonna Maria, a Loreto, terra di spiritualità e arte nel cuore delle Marche. Con lei abbiamo già preparato le fave dei morti e ora ci regala la sua ricetta dei cappelletti, uno dei piatti tipici del pranzo di Natale marchigiano.

Come ogni ricetta tradizionale che si rispetti, anche quella dei cappelletti in brodo ha tante varianti, diverse da località a località, e ogni famiglia custodisce la propria. Può essere differente il ripieno, può cambiare il modo di chiudere la sfoglia, ma il desiderio di ritrovarsi a tavola, con un piatto fumante fatto in casa, è sempre lo stesso!

In questa occasione nonna Maria ha scelto di usare il filetto di maiale come ingrediente principale della farcia, ma si può anche sostituire con il macinato di manzo magro o utilizzare carne mista. Che ne dite di prendere nota degli ingredienti per preparare i cappelletti insieme a lei? Ecco la videoricetta e la preparazione passo passo!

Ingredienti per circa 400 cappelletti

Per la sfoglia:

  • 600 g di farina
  • 6 uova

Per il ripieno:

  • 400 g di macinato di filetto di maiale (o di manzo)
  • 150 g di petto di pollo
  • 100 g di mortadella
  • una piccola salsiccia
  • 100 g di parmigiano
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • noce moscata q.b.
  • burro q.b.

Preparazione

  • Cuocere il petto di pollo in padella con una noce di burro;
  • tritare il petto di pollo cotto, la mortadella e la salsiccia;
  • aggiungere il macinato di filetto di maiale, il parmigiano, sale, pepe e noce moscata, e amalgamare tutti gli ingredienti per il ripieno;
  • dopo aver preparato il ripieno, impastare gli ingredienti per la sfoglia: disporre la farina a fontana e al centro metterci le uova;
  • aggiungere un po’ d’acqua, se è necessario per rendere la pasta più elastica, e lavorarla finché diventa liscia;
  • stendere la sfoglia sottile;
  • tagliare la sfoglia in dischetti;
  • farcire i dischetti con il ripieno di carne macinata;
  • chiudere i cappelletti, ripiegando il dischetto di sfoglia su se stesso e unendo le due estremità. Nella videoricetta nonna Maria mostra sia la chiusura a forma di cappello, tradizionalmente usata per il brodo, sia la variante preferita a casa sua, più simile ai tortellini.

Scaricate la ricetta in formato PDF per averla sempre a portata di mano!

I dischetti di sfoglia per i cappelletti

I dischetti di sfoglia per i cappelletti

Alcuni consigli da nonna Maria

  • Potete congelare i cappelletti e toglierli dal congelatore poco prima di tuffarli nel brodo.
  • Per fare il brodo di carne nonna Maria sceglie il petto di pollo e la vaccina.
  • Lasciate seccare i ritagli di sfoglia così da ricavarne dei maltagliati!

Sono le tradizioni a rendere il Natale così speciale e ogni dettaglio racconta una storia, come la spianatoia e il tagliapasta che nonna Maria usa da tanti anni in questo periodo di festa.

Ora siamo curiosi: come si preparano i cappelletti a casa vostra? Scrivetecelo nei commenti e condividete le vostre foto sui social con l’hashtag #destinazionemarche!

Ecco i cappelletti pronti da tuffare nel brodo!

Ecco i cappelletti pronti da tuffare nel brodo!

Scopri il menù di Natale nelle Marche con #destinazionemarche

Info utili

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.