I mille presepi delle Marche

Non saranno forse mille presepi, ma tra quelli più piccoli e quelli enormi, tra viventi e animati da meccanismi, tematici e originali anche quest’anno le Marche sono pronte ad offrire uno spettacolo che incanta tutti, bambini, genitori e nonni.
Una lunga tradizione e una profonda passione che, da tanti anni, ispira scene e scenografie che attraggono migliaia e migliaia di persone, con centiania di figuranti pronti ad interpratare i protagonisti del presepe.

Ecco l’elenco  aggiornato di tutti gli appuntamenti, mentre in questo post blog ve ne proponiamo un’ampia selezione, divisa per provincia. Scegliete il vostro preferito, e se deciderete di visitarlo allora non dimenticatevi di scattare qualche foto!

Provincia di Pesaro Urbino

  • Urbino offre una rassegna presepiale, giunta alla 17^ edizione: le Vie dei Presepi. In pratica le natività saranno sparse lungo vie e i vicoli del centro storico in chiese, vetrine e palazzi, con la novità dell’anno, in via Valerio: una pittoresca strada nel cuore del passaggio turistico tra piazza e palazzo Ducale, in cui saranno concentrati i punti principali al coperto visitabili col biglietto unico.
    Un suggestivo itinerario per Urbino, con sezioni di micropresepi e natività originali in diversi materiali (legno di montagna, bambù, ceramica…), fino al presepe in stucco Federico Brandani (1500), il più antico presepe a grandezza naturale del mondo. Appuntamento nel centro cittadino, fino al 7 gennaio. Qui potete trovare il programma e la mappa .
scatti delle scorse edizioni delle Vie dei Presepi di Urbino

Alcuni scatti delle scorse edizioni delle Vie dei Presepi di Urbino

  • A San Marco di Fano, nelle cantine settecentesche di Palazzo Fabbri, è allestito uno dei più bei presepi meccanici di sempre (con automatismi che alternano il sole con la luna, il movimento delle ‘statuine’, l’acqua che scorre…). 350 metri quadrati di estensione, oltre 50 diorami (scene) raffiguranti episodi biblici del Vecchio e Nuovo Testamento con più di 500 statue a movimenti meccanizzati creati appositamente da maestri d’arte e 200 dipinti decorativi che adornano fondali e sfondi, insomma un vero capolavoro d’arte tra i più belli del centro Italia, sarà visitabile dal 16 dicembre all’Epifania.
    Trova qui le 
    informazioni
    .
  • A Paravento di Cagli, va in scena Le Terre del Catria vivono il Presepe: uno splendido presepe vivente, il 26 dicembre e il 6 gennaio.
    Per tutta la durata della rappresentazione sarà in uso il cambio monetario in sesterzi, che permetterà di acquistare – tra le altre cose – caldarroste, brulè e zuppe fumanti! Qui potete trovare tutte le informazioni.
Colline di Cagli

Le colline di Cagli (Foto @angelocappellacci_1 da instagram)

  • Piobbico offre, il 26 dicembre, il presepe vivente interpretato da circa 300 figuranti, tra pastori, fabbri, falegnami, osti e fornai, che permetterà di rivivere dal vero le scene più importanti della Natività. Nella notte invernale rischiarata dalla luce dei fuochi e delle torce, la realtà si perde e sfuma in un remoto e sconosciuto passato, nel quale l’evento religioso diventa magia. Ulteriori informazioni sul Presepe di Piobbico .
  • Si chiama PresepePaese e questo già la dice lunga sulle dimensioni del più grande presepe vivente della riviera adriatica! Per le antiche vie e contrade del Castello di Mondolfo  (uno dei Borghi più Belli d’Italia) viene rappresentata l’edizione n. 25 del presepe vivente: il 26 dicembre, l’1, il 6 e l’8 gennaio sarà possibile ammirare un paese in festa e ritornare indietro nel tempo! Trova qui le informazioni.

Provincia di Ancona

  • A Moie di Maiolati si rinnova la tradizione della rappresentazione del presepio vivente, ambientando la rievocazione nella provincia di Ancona, anch’essa una remota provincia del mondo, adattandola alla storia dei nostri costumi, delle nostre tradizioni e dei nostri mestieri, indicando così il senso autentico del Natale. Viene rappresentato il macinare il grano con la pietra, il fare e cuocere il pane in casa, il tessere, poi il mestiere del taglialegna, del calzolaio, dell’arrotino; tutte attività passate da tempo ma interpretate nel luogo e nel senso della nascita di Cristo. Da non perdere il 26 dicembre, il 6 e 8 gennaio presso la Parrocchia Santa Maria delle Moie. Tutte le informazioni sul Presepe di Maiolati.
Scatti da Moie di Maiolati (Foto tratte dalla pagina Facebook Presepe Vivente MOIE)

Scatti da Moie di Maiolati (Foto tratte dalla pagina Facebook Presepe Vivente MOIE)

  • Serra San Quirico diventa Il Paese Presepio Animato, 30a edizione: lo splendido borgo medievale catapultato indietro di 2000 anni, con più di 150 persone calate nei panni di antichi romani, pastori e artigiani del tempo di Betlemme. Appuntamento per il 26 dicembre, l’1 e il 5 gennaio (con l’arrivo dei Re Magi). Sarà inoltre possibile visitare la Mostra 100 presepi, allestita presso la chiesa di San Francesco situata nel centro storico di Serra San Quirico.  Ulteriori informazioni.
  • Il presepe artistico meccanico permanente Benedetto XVI, a Loreto, a due passi dal Santuario, accanto all’imponente monumento al Santo Giovanni XXIII, è uno dei più suggestivi tra quelli della nostra regione. Numerose scene con oltre 100 personaggi in movimento, a partire dall’Annunciazione di Maria, fino alla Natività. Sono ricreate con dovizia di particolari tutte le ambientazioni dove si praticavano gli antichi mestieri. Aperto al pubblico nel 2006 e gestito dall’Associazione Lauretana Presepi, il ricavato delle offerte è devoluto in beneficenza. La bellezza e la maestria nella realizzazione delle scene, con dei capolavori decorati a regola d’arte, lo fanno rientrare tra i presepi più belli d’Italia. Info sul Presepe di Loreto.
Il presepe di Loreto (Foto tratta dalla pagina Facebook Presepe Artistico Meccanico Permanente Benedetto XVI)

Il presepe di Loreto (Foto tratta dalla pagina Facebook Presepe Artistico Meccanico Permanente Benedetto XVI)

  • La Parrocchia di Pietralacroce di Ancona organizza nuovamente il presepe vivente al forte Altavilla, raggiungibile con il bus navetta gratuito. La nascita di Gesù sarà presentata nei giorni 26 e 30 dicembre e 1 e 6 gennaio, con figuranti e scene che incanteranno grandi e piccini. Visitate il sito dedicato.
Alcune scene del presepe di Pietralacroce di Ancona (Foto tratte da www.presepeviventecandia.it)

Alcune scene del presepe di Pietralacroce di Ancona (Foto tratte da www.presepeviventecandia.it)

  • Alla Baraccola di Ancona, nel suggestivo parco della chiesa di San Raimondo, si avrà l’impressione di trovarsi in un mondo d’altri tempi, calati nell’atmosfera magica del Santo Natale. Durante il percorso verrà offerto formaggio fresco, polenta, castagne e vin brulè. Appuntamento il 26 dicembre, 1 e 6 gennaio. Informazioni sul Presepe di Candia.
  • A Coldellanoce di Sassoferrato, si svolge il 26 dicembre il presepe vivente, giunto alla 29a edizione.  Avvolto da un atmosfera magica, il paese si trasforma ed ogni vicolo, ogni scorcio si anima per diventare un suggestivo teatro a tappa dove un centinaia di figuranti, fedelissimi nelle gesta, spesso personaggi-testimoni della loro propria professione, ripropongono scene di vita quotidiana di un tempo che non c’è più. Quest’anno, per far onore a La Devota Bellezza (la mostra dedicata a Giovan Battista Salvi), Coldellanoce si vestirà dei colori  che caratterizzano la pittura del Salvi e perfino riprodurrà alcune scenografie ideate e dipinte dal pittore seicentesco che la Storia dell’Arte, in onore del suo paese natale, chiama il genio “Sassoferrato”. Informazioni sulla Mostra.
La devota bellezza Sassoferrato

La devota bellezza, a Sassoferrato fino al 7 gennaio

  • Presepe vivente anche al suggestivo paese-castello di Precicche, il 26 dicembre e l’1 e 6 gennaio. Ad organizzare la manifestazione è l’Associazione Castello di Precicchie, nata nel 1987 e avente lo scopo di contribuire alla conservazione e difesa dei valori storici, tradizionali, ambientali, ecologici, paesaggistici del territorio, attraverso varie iniziative, con il patrocinio del Comune di Fabriano. Non mancheranno per gli amanti del gusto stand con i prodotti tipici locali. Informazioni sul Presepe di Precicchie.
  • Numana la notte di Natale, al termine della Santa Messa, darà il via alle rappresentazioni del presepe vivente, che viene allestito in piazza Nuova e che viene poi riproposto il 26 e 30 dicembre e l’1 e 6 gennaio. Il Presepio offre immagini inedite della Natività, come quella di Maria che sale sull’asinello per avviarsi verso la capanna. Il tutto con il magico sfondo del Conero e del mare. Informazioni sul Natale a Numana.

Provincia di Macerata

  • Con oltre 250 figuranti il presepe vivente nella meravigliosa cornice della Selva dei Frati Minori di Potenza Picena andrà in scena il 26 dicembre e il 6 e 7 gennaio. Il tema di quest’anno è dedicato all’accoglienza ed è ispirato alla figura di Madre Teresa di Calcutta. Informazioni sul presepe vivente di Potenza Picena.
Potenza Picena (Foto tratte da www.presepevivente-potenzapicena.com)

Potenza Picena (Foto tratte da www.presepevivente-potenzapicena.com)

Potenza Picena (Foto tratte da www.presepevivente-potenzapicena.com)

Potenza Picena (Foto tratte da www.presepevivente-potenzapicena.com)

Provincia di Fermo

A Porto San Giorgio è stato inaugurato il 14 dicembre uno dei più grandi presepi della regione Marche. Presso i locali della storica ex pescheria il mega-presepio è formato da ben 1.000 statuine, in uno spazio di 150 mq, con oltre 150 scene meccanizzate. Sarà aperto al pubblico fino al 7 gennaio. Qui potete trovare un video e qui tutte le informazioni.

Il mega-presepe presso l'ex pescheria (Foto dalla pagina Facebook Comune Porto San Giorgio)

Il mega-presepe presso l’ex pescheria (Foto dalla pagina Facebook Comune Porto San Giorgio)

Provincia di Ascoli Piceno

  • Viuzze ombrose, illuminate da fiaccole, fumo, pertugi e oscurità per scoprire, tra i dedali delle piccole case del paese alto di Grottammare, una luce, un calore. Una capanna con il Bambino, Maria, Giuseppe, l’asino e il bue. Nasce nel 2004 un vero e proprio Presepe Vivente, con oltre 300 figuranti in costume d’epoca. Il Presepe sarà, per i visitatori, un vero e proprio “cammino”, una sorta di pellegrinaggio, che si snoderà tra le vie del “vecchio incasato”. Appuntamento il 26 dicembre e l’1 e 6 gennaio. Info sul Presepe di Grottammare.
Grottammare (Foto @francast91 e @allafinediunviaggio da Instagram)

Grottammare (Foto @francast91 e @allafinediunviaggio da Instagram)

Vi ricordiamo che questa è solo una selezione delle tante rappresentazioni sacre che si tengono nelle Marche durante il periodo natalizio.

Per scoprire tutti gli eventi natalizi nelle Marche visitate il sito degli eventi della Regione Marche.

Info utili

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.