Parchi e natura attiva nelle Marche: idee di viaggio

Se amate la natura nelle Marche non resterete delusi!
Il patrimonio naturalistico marchigiano è imponente: quasi 90.000 ettari del territorio sono ricoperti da due parchi nazionali (Monti Sibillini e Gran Sasso e Monti della Laga), quattro parchi regionali (Monte Conero, Sasso Simone e Simoncello, Monte San Bartolo e Gola della Rossa e di Frasassi) e sei riserve naturali (Abbadia di Fiastra, Montagna di Torricchio, Ripa Bianca, Sentina, Gola del Furlo e Monte San Vicino e Monte Canfaito).

In ogni stagione vale la pena tuffarsi nel verde, per respirare a pieni polmoni l’aria pura, per dimenticare lo stress della città e tonificare il corpo e la mente. Come? Praticando escursionismo, trekking, equitazione, cicloturismo, mountain bike, canyoning, golf oppure, scendendo verso la costa, praticando la vela.

Iniziamo a farci un’ idea con un brevissimo video!

Immergiamoci ora nei meravigliosi itinerari dei parchi e della natura attiva delle Marche

I Parchi della montagna

Il Parco Nazionale dei Monti Sibillini, meraviglia e vanto delle Marche, tra le province di Ascoli Piceno, Fermo e Macerata è un luogo magico in cui natura, storia e mistero si fondono in un paesaggio unico. Tante sono le leggende che ruotano attorno a questi luoghi, prima fra tutte quella della Sibilla e del Lago di Pilato.

Per scoprire i Sibillini in camper, in moto o in auto, potrete percorrere la Grande Via del Parco e 6 itinerari ad anello, che compongono una rete di 450 km, sviluppata interamente sulla viabilita esistente e tutta segnalata.

sibillini

Parco Nazionale dei Monti Sibillini

A poco distanza troviamo il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, uno dei più grandi d’Italia. Nelle Marche ricade il settore settentrionale del massiccio montuoso dei Monti della Laga che prosegue poi in Abruzzo e nel Lazio.

Passiamo alla provincia di Ancona con il tipico paesaggio appenninico che si ammira nel suggestivo Parco naturale Regionale Gola della Rossa e Frasassi, la più grande area protetta regionale che comprende il complesso ipogeo delle Grotte di Frasassi.

Foto di @larsenio (da Instagram)

Il parco interessa direttamente i comuni di Serra San Quirico, Genga (con le celebri Grotte di Frasassi), Arcevia e Fabriano, un territorio ancora immerso in una natura integra e rigogliosa. Vi proponiamo un itinerario che attraversa le Gole e i borghi medievali dal sapore fiabesco con tesori d’arte da visitare e specialità culinarie da assaggiare.

Questo tour è perfetto in tutte le stagioni ed è adatto per grandi e piccini. Siete pronti a partire? Cliccate nel link per scoprire le 10 tappe assolutamente da non perdere

gola-rossa-e-frasassi

Parco naturale Regionale Gola della Rossa e Frasassi

Arriviamo ora alla provincia di Pesaro Urbino dove l’incantevole paesaggio montano a perdita d’occhio si svela nel Parco Naturale regionale Sasso Simone e Simoncello costellato di boschi e centri storici nella zona del Montefeltro.

A dare il nome al Parco sono due enormi massi calcarei, il Sasso Simone e il Simoncello, che dominano un paesaggio formato da misteriose foreste, pascoli e calanchi argillosi. Qui gli spazi sono liberi, la natura è selvaggia, il silenzio è sacro. Al centro del parco, con i suoi 1415 m svetta il Monte Carpegna, dalla cima arrotondata ricoperta da prati a pascolo. Ecco a voi le 10 cose imperdibili da fare in questo bellissima area fra natura, borghi senza tempo, artigianato, cucina e un pizzico di mistero!

Parco Naturale regionale Sasso Simone e Simoncello

Parco Naturale regionale Sasso Simone e Simoncello

I Parchi sul mare

Se siete amanti del mare e della natura le Marche offrono due straordinarie possibilità di vivere una vacanza unica grazie alla presenza di due parchi regionali sul mare: il Parco Naturale Regionale del Monte San Bartolo, che si caratterizza per il tratto di costa alta tra Gabicce e Pesaro e il Parco Regionale del Monte Conero a picco sul mare e in perfetta sintonia con la città di Ancona, e gli antichi borghi marinari di Sirolo, Numana e Portonovo.

Lasciatevi incantare dalle antiche torri e fortificazioni, dalle grotte naturali e dagli scogli popolati da una ricca flora e fauna marina dove praticare snorkelling!

Parco Naturale Regionale Monte San Bartolo

Parco Naturale Regionale Monte San Bartolo

Parco Regionale del Monte Conero

Parco Regionale del Monte Conero

Le Aree protette

Numerose sono le riserve nelle Marche che propongono percorsi didattici-naturalistici come l’Oasi WWF Ripa Bianca di Jesi nata nel 1997, la Riserva Naturale di Montagna di Torricchio e Oasi WWF, la prima area protetta istituita nel 1977 dallo Stato per iniziativa dell’Istituto di Botanica dell’Università di Camerino.

Nella zona del maceratese troviamo inoltre la Riserva Naturale Abbadia di Fiastra creata vicino alla meravigliosa architettura monastica, grande ben 18mila ettari e la Riserva naturale del Monte San Vicino e del Monte Canfaito con vaste faggete.

Verso sud troviamo la Riserva Regionale Sentina di San Benedetto del Tronto situata tra la foce del fiume Tronto e il mare.

Nel pesarese troviamo la Riserva Naturale Statale Gola del Furlo con il Museo del Territorio e il vicino Parco archeologico di Fossombrone. La Gola del Furlo è una magnifica forra scavata dalle impetuose acque del fiume Candigliano. E’ caratterizzata da vertiginose pareti rocciose e da ambienti incontaminati di rara bellezza.

Rappresenta una meta ideale per gli appassionati di trekking che potranno salire fino alla Terrazza del Furlo, un eccezionale punto panoramico sulla gola e sulle sue spettacolari pareti calcaree.

Parchi e natura attiva nelle Marche: Aree protette

Alcune aree protette delle Marche

Idee per programmare la vostra vacanza

I parchi sono organizzati e il sistema di alberghi, B&B, agriturismo, e tutte le strutture che hanno aderito ai disciplinari di qualità bike e trekking (li potete trovare su www.turismo.marche.it), assicurano un’offerta integrata di servizi che permette di scoprire le bellezze naturalistiche, storico-artistiche e conoscere le specialità enogastronomiche locali.

Una chicca? La regione Marche è l’unica ad avere tutti i parchi regionali e il Parco Nazionale dei Monti Sibillini certificati con la autorevole Carta Europea del Turismo sostenibile (CETS)

 Info Utili

La foto di copertina è di Pintura di Bolognola (Sibillini) ed è di Mirko Paganelli del contest “Porta le Marche nel mondo con le tue foto”

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.