Parchi e natura attiva nelle Marche: idee di viaggio

Chi ama la natura nelle Marche non resterà deluso! Il patrimonio naturalistico marchigiano è imponente: quasi 90.000 ettari del territorio sono ricoperti da due parchi nazionali (Monti Sibillini e Gran Sasso e Monti della Laga), quattro parchi regionali (Monte Conero, Sasso Simone e Simoncello, Monte San Bartolo e Gola della Rossa e di Frasassi) e sei riserve naturali (Abbadia di Fiastra, Montagna di Torricchio, Ripa Bianca, Sentina, Gola del Furlo e Monte San Vicino e Monte Canfaito). La primavera e l’estate sono le stagioni migliori per un tuffo nel verde, per respirare a pieni polmoni l’aria pura, per dimenticare lo stress della città e tonificare il corpo e la mente. Come? Praticando escursionismo, trekking, equitazione, cicloturismo, mountain bike, canyoning, golf oppure, scendendo verso la costa, praticando la vela.

Iniziamo a farci un’ idea con un brevissimo video!

Immergiamoci ora nei meravigliosi itinerari dei parchi e della natura attiva delle Marche. Nel corso di questo articolo troverete tante proposte selezionate dai pacchetti turistici inseriti all’interno del sito del turismo della Regione Marche.

I Parchi della montagna

Il Parco Nazionale dei Monti Sibillini, meraviglia e vanto delle Marche, tra le province di Ascoli Piceno, Fermo e Macerata è un luogo magico in cui natura, storia e mistero si fondono in un paesaggio unico. Tante sono le leggende che ruotano attorno a questi luoghi, prima fra tutte quella della Sibilla e del Lago di Pilato. La Grande Via del Parco è un itinerario che tocca 18 comuni ed è facilmente percorribile in auto o in bicicletta consentendo una panoramica completa su questa meravigliosa area verde. Per i più esperti è stata messa a punto una rete di sentieri escursionistici che consente di raggiungere anche le vette più alte. Un avventuroso trekking itinerante vi condurrà sulle creste e sulle cime più belle dei Sibillini. Fra le proposte del sito del turismo della regione Marche potrete scegliere quattro giorni indimenticabili oppure nove che vi permetteranno di percorrere tutti i 120 km del Grande Anello dei Sibillini.

sibillini

Parco Nazionale dei Monti Sibillini

Se amate i fiori lasciatevi incantare dalla bellezza delle orchidee spontanee che crescono sui Monti Sibillini. Si organizzano tour fotografici con guide esperte in occasione della fioritura (mi raccomando fotografare, ma non cogliere!). Dai fiori passiamo alla carta e all’antica tradizione dei maestri cartai che vi insegneranno la loro arte tra i monti del piceno attraverso un corso davvero originale. Provare per credere!

Tour ed esperienze sui Monti Sibillini

Tour ed esperienze sui Monti Sibillini

A poco distanza troviamo il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, uno dei più grandi d’Italia. Nelle Marche ricade il settore settentrionale del massiccio montuoso dei Monti della Laga che prosegue poi in Abruzzo e nel Lazio. Se amate l’avventura vi consigliamo un tour in fuoristrada che attraversa l’antica Strada Salaria che collega Roma con Ascoli Piceno.

Tour in fuoristrada nei Sibillini

Tour in fuoristrada nei Sibillini

Passiamo alla provincia di Ancona con il tipico paesaggio appenninico che si ammira nel suggestivo Parco naturale Regionale Gola della Rossa e Frasassi, la più grande area protetta regionale che comprende il complesso ipogeo delle Grotte di Frasassi. Il parco interessa direttamente i comuni di Serra San Quirico, Genga (con le celebri Grotte di Frasassi), Arcevia e Fabriano, un territorio ancora immerso in una natura integra e rigogliosa che potrete scoprire con il Bike Trekking “Anello di Giano”: un percorso che ha come baricentro Fabriano e percorre tutte le montagne che la circondano. Il tour si snoda ad anello ed è in 5 tappe di circa 50 km ciascuno.

gola-rossa-e-frasassi

Parco naturale Regionale Gola della Rossa e Frasassi

Arriviamo ora alla provincia di Pesaro Urbino dove l’incantevole paesaggio montano a perdita d’occhio si svela nel Parco Naturale regionale Sasso Simone e Simoncello costellato di boschi e centri storici nella zona del Montefeltro. Che ne dite di scoprire i segreti di questo autentico paradiso, attraverso un’appassionante e coinvolgente esperienza naturalistica?

Parco Naturale regionale Sasso Simone e Simoncello

Parco Naturale regionale Sasso Simone e Simoncello

Potete scegliere di farlo in trekking (3 o 7 notti) oppure a cavallo o in bicicletta (3 o 7 notti). I mesi estivi sono i mesi ideali per effettuare delle bellissime passeggiate fra le colline dolci e sinuose e lasciarsi ispirare alla ricerca dello “scatto” perfetto. Se siete appassionati di fotografia abbiamo ciò che fa per voi: un corso di fotografia naturalistica (paesaggio, insetti, animali e macro) per carpire il fascino dei paesaggi e riuscire a immortalarne con naturalezza le sfumature. Anche i fiumi del Montefeltro sono tutti da scoprire, avete mai sperimentato l’Acqua Trekking o il Canyoning? Non capita tutti i giorni di poter risalire un fiume con un’esperta guida naturalistica! Per scoprire l’affascinante mondo fluviale ma con rispetto. Se siete appassionati di pesca avrete invece la possibilità di mettervi alla prova con un’ esperta guida di pesca a mosca andando alla ricerca di una cattura che possa essere memorabile.

Corso di fotografia naturalistica

Corso di fotografia naturalistica

I Parchi sul mare

Se siete amanti del mare e della natura le Marche offrono due straordinarie possibilità di vivere una vacanza unica grazie alla presenza di due parchi regionali sul mare: il Parco Naturale Regionale del Monte San Bartolo, che si caratterizza per il tratto di costa alta tra Gabicce e Pesaro e il Parco Regionale del Monte Conero a picco sul mare e in perfetta sintonia con la città di Ancona, e gli antichi borghi marinari di Sirolo, Numana e Portonovo. Lasciatevi incantare dalle antiche torri e fortificazioni, dalle grotte naturali e dagli scogli popolati da una ricca flora e fauna marina dove praticare snorkelling! Viverlo in barca a vela potrebbe essere un’ottima idea!

Parco Naturale Regionale Monte San Bartolo

Parco Naturale Regionale Monte San Bartolo

Parco Regionale del Monte Conero

Parco Regionale del Monte Conero

Le Aree protette

Numerose sono le riserve nelle Marche che propongono percorsi didattici-naturalistici come l’Oasi WWF Ripa Bianca di Jesi nata nel 1997, la Riserva Naturale di Montagna di Torricchio e Oasi WWF, la prima area protetta istituita nel 1977 dallo Stato per iniziativa dell’Istituto di Botanica dell’Università di Camerino. Nella zona del maceratese troviamo inoltre la Riserva Naturale Abbadia di Fiastra creata vicino alla meravigliosa architettura monastica, grande ben 18mila ettari e la Riserva naturale del Monte San Vicino e del Monte Canfaito con vaste faggete. Nei dintorni di questa zona potrete vivere un’esperienza meditativa e spirituale con il “Magico cammino di Aruna” per il benessere del corpo e della mente. Verso sud troviamo la Riserva Regionale Sentina di San Benedetto del Tronto situata tra la foce del fiume Tronto e il mare. Nel pesarese troviamo la Riserva Naturale Statale Gola del Furlo con il Museo del Territorio e il vicino Parco archeologico di Fossombrone. La Gola del Furlo è una magnifica forra scavata dalle impetuose acque del fiume Candigliano. E’ caratterizzata da vertiginose pareti rocciose e da ambienti incontaminati di rara bellezza. Rappresenta una meta ideale per gli appassionati di trekking che potranno salire fino alla Terrazza del Furlo, un eccezionale punto panoramico sulla gola e sulle sue spettacolari pareti calcaree.

Aree protette delle Marche

Alcune aree protette delle Marche

Passa per il Furlo anche un nuovo ed originale itinerario di trekking denominato “Le terre del Duca” che da Fonte Avellana giunge fino a Urbino percorrendo da sud verso nord la dorsale umbro-marchigiana in quattro tappe per un totale di circa 60 km.

Idee per programmare la vostra vacanza

I parchi sono organizzati e il sistema di alberghi, B&B, agriturismo, e tutte le strutture che hanno aderito ai disciplinari di qualità bike e trekking (li potete trovare su www.turismo.marche.it), assicurano un’offerta integrata di servizi che permette di scoprire le bellezze naturalistiche, storico-artistiche e conoscere le specialità enogastronomiche locali. Una chicca? La regione Marche è l’unica ad avere tutti i parchi regionali e il Parco Nazionale dei Monti Sibillini certificati con la autorevole Carta Europea del Turismo sostenibile (CETS)

Vi riepiloghiamo le varie proposte natura presenti nel sito della regione Marche suddivise per tematismo. Cliccate in ogni link per approfondire e prenotare. #destinazionemarche vi aspetta!

Esperienze indimenticabili

Trekking

Cicloturismo

Esperienze e corsi

Spiritualità e natura

Festival dedicati alla montagna

Potete approfittare di un bel tour nelle Marche per assistere a degli interessanti festival incentrati sulla natura e dedicati alla sostenibilità: nella provincia di Ascoli Piceno il Festival dell’Appennino (29 maggio – 17 luglio 2015) concepito come un omaggio al paesaggio e alle montagne; il Festival “ Le parole della montagna” (19-26 luglio) nel territorio dei Monti Sibillini e a Smerillo, un piccolo borgo medievale in provincia di Fermo e infine il Festival del Paesaggio che coinvolge i comuni di Serra San Quirico, Staffolo, Mergo e Montecarotto (17-24-31 maggio – 7 giugno)

 Info Utili

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *