Marche Eco Cycling Tour: il giro delle Marche in bici dal 13 al 16 ottobre

Volete scoprire le Marche in sella alla vostra bici? Il territorio collinare marchigiano che degrada dolcemente verso il mare Adriatico, intervallato da piccoli borghi, castelli e rocche è perfetto per essere scoperto ed esplorato in bicicletta. Che siate un ciclista professionista o un semplice appassionato, nelle Marche troverete sicuramente pane per i vostri denti, o meglio “strada per le vostre ruote”!

marche-eco-cycling-tour8

Non c’è angolo di questa regione unica che non sia toccato da itinerari cicloturistici, su strade secondarie a basso traffico oppure immersi nella natura. Sono numerose le associazioni e i club che propongono viaggi in mountain bike alla scoperta del territorio. Tra questi, Bike Division, un tour operator specializzato in cicloturismo e granfondo internazionali di cui vi presentiamo Marche Eco Cycling Tour, un entusiasmante itinerario in 4 tappe che si svolgerà dal 13 al 16 ottobre. L’itinerario attraverserà tutto il territorio marchigiano, dall’entroterra alla costa, toccando tutte le cinque province con la possibilità di scoprire e gustare le loro eccellenze in strutture ricettive bike friendly ed esclusive. I km totali saranno 500, da percorrere accompagnati da Andrea Tonti.

marche-eco-cycling-tour16

marche-eco-cycling-tour18Chi è Andrea Tonti? Nato nelle Marche, regione con una grande passione per il ciclismo, ha lasciato il segno come uno dei più rinomati ciclisti degli anni 2000. Vanta ben quattro partecipazioni ai Campionati del Mondo con la maglia della Nazionale Italiana (di cui 3 vinti ), 7 partecipazioni al Giro D’Italia, 1 partecipazione al Tour de France e 5 alla Vuelta di Spagna. Smessa l’attività agonistica, nel 2010, inizia la sua carriera da Manager e Direttore Sportivo in squadre professionistiche e in questo periodo nasce l’idea di organizzare viaggi per appassionati di ciclismo unendo la sfida della gara alla scoperta del territorio.

Ecco cosa ci racconta:

“Pedalo la mia regione, le Marche, da quando avevo 10 anni. Percorro queste strade, ammiro questi paesaggi e panorami, ed è così che mi rendo conto, girando il Mondo col mio lavoro, di vivere in un posto stupendo. E allora cosa c’è di meglio che organizzare il Marche Eco Cycling Tour!? Un tour cicloturistico itinerante, 4 tappe che toccano tutte e 5 le province, che attraversa i Sibillini fino a alle coste del Conero con un passaggio dovuto e obbligato tra le stupende colline e attraverso i borghi medievali che la contraddistinguono. Così è stato! E così abbiamo pedalato le Marche a giugno coi colori dell’estate allora imminente. Un’ esperienza fantastica che ha avuto un enorme successo, un testimonial d’eccezione come Jury Chechi che ci ha accompagnato lungo i percorsi, tanto entusiasmo che ci ha spinto a replicare il tutto dal 13 al 16 Ottobre. Con i colori rossastri delle viti e dei boschi sarà uno scenario da favola e da non perdere…”

Marche Eco Cycling Tour: le tappe

Il tour sarà composto da 4 tappe.  Al termine di ogni percorso i partecipanti soggiorneranno in strutture ricettive attrezzate e bike friendly, tutte di categoria 4 stelle o similari. Verranno organizzati inoltre eventi collaterali durante i tragitti per far conoscere e promuovere i prodotti dei vari distretti e distribuiti gadget e ricordi ai partecipanti.

1° tappa: Urbino (PU) – Castelraimondo (MC)

Questa è la tappa più impegnativa del tour: 150 km e poco meno di 2800 metri di dislivello totale, ma davvero bellissima! Si attraversa Urbino, splendida citta Unesco delle Marche e culla del Rinascimento italiano, si prosegue per la strada Panoramica del Monte della Cesana, Canavaccio e Parco della Gola del Furlo arrivando fino a Pergola per una strada fantastica in assenza totale di traffico. Si giunge poi all’interno del Parco Gola della Rossa e Frasassi, il cuore verde delle Marche, attraversando Piano di Rocchetta e Genga. Ultima tappa, le zone del Verdicchio DOC: Cerreto d’Esi, Matelica e Castelraimondo.

marche-eco-cycling-tour19

2° tappa: Castelraimondo (MC) – Ripatransone (AP)

La seconda tappa del tour attraverserà le province di Macerata e Fermo. Da Castelraimondo si arriva a Camerino, noto per la sua università fondata in epoca Medievale, si prosegue costeggiando il lago di Caldarola e si arriva a Sarnano importante centro termale ed attrazione sciistica. Da qui si sale fino ad arrivare a quota 625mt, altezza massima di giornata, per poi passare dalla provincia di Macerata a quella di Fermo facendo sosta ad Amandola, porta di accesso del versante orientale del Parco Nazionale dei Monti Sibillini e nota per essere anche terreno fertile per i tartufi. Da Amandola si prosegue per Comunanza e Montalto Marche, arrivando così in pieno terreno dei Colli Ripani con gli ormai consolidati vini Passerina, Falerio, Pecorino e Rosso Piceno.

marche-eco-cycling-tour13

Ripatransone e il vicolo più stretto d’Italia

3° tappa: Ripatransone (AP) – Ancona

La terza tappa del tour dalle colline arriverà fino al mare. Da Ripatransone si scende verso la costa in direzione di Cupramarittima per poi risalire alla splendida Fermo attraversando l’intera marca Fermana, considerata la più importante realtà produttiva di calzaturiere di qualità nel mondo. Superato questo tratto si continua fino a Recanati, patria di Giacomo Leopardi, transitando quindi dal colle dell’infinito e proseguendo per Loreto, ove si scorgerà la maestosità della sua stupenda basilica. Si proseguirà poi lungo la panoramica del Conero, strada fra le più suggestive dell’intera regione, attorniata da vigneti e uliveti transitando per Numana, Sirolo, fino a raggiungere Ancona.

marche-eco-cycling-tour14

Loreto

marche-eco-cycling-tour15

Riviera del Conero

4° tappa: Ancona – Urbino

L’ultima tappa del tour vi porterà alla scoperta delle maggiori realtà territoriali vinicole come Morro D’alba con la sua inimitabile “Lacrima” per arrivare fino a Montecarotto dove si visiterà l’Azienda Vinicola Moncaro, di fama mondiale. Da qui il tragitto prosegue intersecando a Corinaldo il percorso cicloturistico denominato Terre del Duca, per poi proseguire a Saltara con il bellissimo Balì, Museo della scienza interattivo, ospitato in una stupenda villa settecentesca, già teatro arrivo di tappa Giro d’Italia 2014. Si giungerà poi a Cartoceto attraversando la valle del Foglia.

marche-eco-cycling-tour6

Siete ancora indecisi sul da farsi? Vi riportiamo una testimonianza di chi ha già partecipato al tour di giugno che vi farà sicuramente prendere la decisione giusta!

“ vorrei dedicarvi due righe su quella che è stata la mia esperienza al Marche Eco Cycling tour 02/05 giugno 2016. Le Marche sono state per me una regione veramente tutta da scoprire. Ottima scelta! Bellissima terra! Tante piccole perle tra le colline! Ideale per tutti i tipi di sportivi ed amanti delle due ruote, per chi come voi sceglie di coinvolgere ciclisti da tutte le parti del mondo in una esperienza indimenticabile  per  il corpo… E per la mente… Lungo l’infinito percorso tra il mare e le montagne dal nord al sud, dove incantevoli colline, borghi bellissimi, litorali mozzafiato e montagne imponenti quanto misteriose, sono la sintesi di una molteplicità di territori che meritano di essere scoperti anche in sella ad una bicicletta. Ci sarebbe molto da raccontare sul percorso fatto in vostra compagnia in bicicletta osservando il paesaggio, dimenticando la fatica ed increduli dell’impresa che si è appena messa a segno, sei arrivato fin lassù, risalendo versanti, paesini, con il corpo che ti ha permesso di farlo e la mente talmente libera da ogni pensiero al punto tale da farti dire “cavolo, ci sono riuscito!” grazie a tutti gli amici che mi hanno accompagnato, grazie ad Andrea e Michela, grazie Bike Division.  (Pierangelo Rossetto)

marche-eco-cycling-tour9

Info utili

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.