Le Marche, un paradiso tra mare e montagna

Bellezza profonda, custodita, quasi segreta. Queste sono le Marche, regione riservata, intima, non intaccata dal turismo di massa. Un territorio versatile e plurale, con un paesaggio che muta ad ogni tornante, con cime e sentieri per splendide e corroboranti passeggiate estive e spiagge di sabbia o ghiaia a pochi chilometri. Scogliere a picco sul mare e dolci colline dove si nascondono borghi bellissimi.

Accolti dalla gentilezza e dal senso di ospitalità, ancor più attento e curato in questo periodo, le Marche vi aspettano per un’estate sicura e in relax in mezzo alla bellezza con un ventaglio di opportunità e proposte che poche regioni possono vantare: dal mare alla montagna in pochi chilometri, anche in bici, per i più sportivi.

Vacanza “Mari e Monti”

Nelle Marche, in un’unico viaggio potrete vivere due vacanze in una, passando, in poche ore, da un tuffo nelle acque blu a una passeggiata fra i boschi o un’arrampicata sulla roccia. Tutto è vicino e a portata di mano.

Riviera del Conero – Foto di Enzo Torelli

26 sono le località affacciate sull’Adriatico e a pochi chilometri dal mare, un territorio tutto da scoprire, preservato grazie ai Parchi e alle Riserve Naturali. Due sono i parchi naturali a picco sul mare: il Parco regionale del Monte San Bartolo e il Parco regionale del Monte Conero, con strade panoramiche e una natura incontaminata.

1. Se amate il mare…

A nord delle Marche potrete vivere la riviera delle colline con le spiagge di Gabicce Mare, Pesaro, Fano e Marotta di Mondolfo, con il Parco San Bartolo a picco sul mare.

Più a sud, Senigallia si contraddistingue per la famosa “spiaggia di “velluto” con i suoi 13 chilometri di sabbia finissima, interrotti solo dai lunghi moli del porto e dalla suggestiva Rotonda a Mare.

Senigallia – Foto di William Pettinelli

Scendendo oltre, la Riviera del Conero si caratterizza per spiagge di scoglio e ghiaia e il Monte Conero che si staglia nel cielo, strade panoramiche e natura incontaminata.

La costa maceratese è caratterizzata dal verde delle pinete di Porto Recanati, Porto Potenza Picena e dal porto animato di Civitanova Marche.

La verde riviera fermana, che si estende tra Porto Sant’Elpidio, Lido di Fermo, Porto San Giorgio e Pedaso, alterna spiagge di sabbia e ghiaia.

La riviera delle palme, tra Cupra Marittima, Grottammare e San Benedetto del Tronto, ha un tocco quasi esotico per la presenza di numerosissime palme. 

–> Come andare in spiaggia nelle Marche in sicurezza?

Un tuffo nelle 15 bandiere blu

15 bandiere blu certificano la qualità delle acque e dei servizi. Dalla qualità ambientale delle acque, alla cura della spiaggia e delle aree circostanti, fino ai servizi per una balneazione sicura: sono i parametri valutati per ottenere l’ambito riconoscimento Bandiera Blu, del quale si fregiano numerose località marchigiane, certificando il valore della cultura dell’accoglienza di questa regione. Clicca nel link per scoprirle tutte

-> Scoprite le 15 spiagge bandiere Blu delle Marche

Spiagge a misura di bimbo con le bandiere verdi

Sono numerose le località dove sventolano le Bandiere Verdi, spiagge a misura di bambino grazie ad alcune caratteristiche che le rendono ideali per i più piccoli, come acqua poco profonda vicino alla riva, litorale sabbioso, mare pulito, servizi di salvataggio, aree giochi, arenile ampio con ombrelloni, bar, centri sportivi e altre opportunità di divertimento anche per i genitori.

-> Scoprite le spiagge bandiera Verde, nelle Marche

2. Se amate la montagna…

A pochi km dal mare, le Marche offrono la combinazione perfetta tra relax e sport. Un territorio tutto da scoprire, preservato grazie ai Parchi e alle Riserve Naturali.

Vivere le montagne delle Marche non vuol dire solo immergersi in una natura incontaminata di cime, gole selvagge, grotte spettacolari e declivi boscosi, ma anche imbattersi nelle testimonianze lasciate da monaci e eremiti, scoprire antichi insediamenti piceni, romani, longobardi o bizantini e rivivere l’esperienza di un viaggio nella memoria e nelle radici di questa terra, in cui il lavoro dell’uomo si è perfettamente integrato nella vita della natura. 

San Vittore delle Chiuse – Parco Gola della Rossa e Frasassi – Foto di Federico Stella

Nelle Marche circa 90.000 ettari di territorio, quasi il 10% della superficie regionale, risultano tutelati dal sistema regionale dei parchi e delle riserve naturali, composto da due parchi nazionali: Monti Sibillini e Gran Sasso e Monti della Laga, un parco interregionale: del Sasso Simone e Simoncello, da 3 parchi regionali: Monte Conero, Monte San Bartolo e Gola della Rossa e di Frasassi, da sei riserve naturali di cui 3 statali: Abbadia di Fiastra, Montagna di Torricchio, Gola del Furlo e 3 regionali: Ripa Bianca, Sentina, e Monte San Vicino e Monte Canfaito.

–> Scoprite i Parchi delle Marche

3. Intimità e bellezza nei borghi alti sul mare

Il mare delle Marche è a due passi dai centri storici: un alternarsi di lunghe spiagge e ripide pareti rocciose che precipitano nelle acque azzurre e, come sfondo, le dolci colline che caratterizzano l’immediato entroterra. Dal mare si possono raggiungere facilmente i numerosi paesi alti: sono gli antichi nuclei dai quali sono poi sorti i centri “marini”.

Torre di Palme – Foto di Andrea del Zozzo

Qui si possono rivivere le suggestive atmosfere del passato, con le raccolte piazzette, le storiche chiese, gli sfavillanti teatri storici e le coinvolgenti rievocazioni in costume.

–> Scoprite i borghi alti sul mare

4. Le Marche in bicicletta con Marche Outdoor

Per i viaggiatori amante della bicicletta c’è Marche Outdoor, la piattaforma dedicata al cicloturismo per chi vuole scoprire la nostra regione pedalando! Venite ad ammirare con i vostri occhi il mare, la montagna e il paesaggio collinare; la Natura come cura e come riscoperta di se. Vieni ad assaggiare il buon cibo, sinonimo di ri-scoperta della cultura locale, di tradizioni ed eccellenze. Vieni ad esplorare i borghi, l’arte, la cultura e le leggende che ne attraversano la storia.

5. Tutte le regole per godervi la vacanza in completa sicurezza

Ecco alcune semplici regole per il contenimento e la prevenzione del Covid-19 da rispettare negli stabilimenti balneari, spiagge libere, strutture alberghiere ed extra alberghiere 

  • Usa la mascherina sempre, soprattutto quando non ci sono le distanze di sicurezza
  • Mantieni sempre un metro di distanza interpersonale
  • È vietato l’accesso a chi ha sintomi influenzali o più di 37,5 gradi di febbre
  • È vietato l’uso promiscuo di cabine, lettini e altre attrezzature
  • I genitori devono assicurare il rispetto delle norme da parte dei bambini 
  • Nelle spiagge libere la distanza minima tra ombrelloni è di 3,5 metri e tra lettini è di 2 metri
  • Fa sempre la doccia prima di entrare in piscina e indossa sempre la cuffia
  • Cura l’igiene personale e lava spesso i teli a 60 gradi
  • Le persone dello stesso nucleo non sono tenute al distanziamento sociale
  • Quando starnutisci o tossisci fallo in un fazzoletto o nella piega del gomito e non farlo mai in acqua

Info utili

In copertina: Grottammare, di Peppe Paro dal contest “Porta le Marche nel mondo con le tue foto”

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.