Spiritualità

10 rievocazioni da non perdere a Pasqua nelle Marche

Pasqua si avvicina e sono numerose le tradizioni in territorio marchigiano dedicate alla ricorrenza religiosa più lieta dell’anno. Fra le tante attività che ogni città, paese o singola parrocchia organizza durante questo periodo di festa, ce ne sono alcune così curiose, scenografiche, ricche di storia e fascino da meritare una menzione particolare. Noi ne abbiamo […]

I presepi viventi delle Marche scelti per voi

Non è Natale senza presepe! E se questa rappresentazione della Natività  respirasse nel vero senso della parola? Allora stiamo parlando di un presepe vivente con centinaia di figuranti in carne ed ossa! La magia di questo tipo di rappresentazione animata, realizzata per la prima volta nel 1223 da San Francesco d’Assisi, è negli occhi di chi […]

Ascoltare il silenzio nell’Eremo di Monte Giove

“Non si dovrebbe mai aver paura del silenzio” Con queste parole Don Maurizio inizia a raccontare la storia dell’Eremo di Monte Giove, situato tra la città di Fano e le colline nella provincia di Pesaro e Urbino. Si narra che nell’antichità questo posto fosse dedicato al grande Giove, anche se non si hanno testimonianze certe.  […]

Tatuaggi sacri e tatuaggi profani: la storia dei marcatori di Loreto

I tatuaggi ormai, si sa, sono diventati una moda diffusissima. Pochi sanno però che qui nelle Marche, il tatuaggio era praticato già 500 anni fa, e non per le ragioni che ci spingono a colorare la nostra pelle al giorno d’oggi,  il tatuaggio era in realtà un fatto mistico e devozionale. La tradizione vuole che […]

A Monteprandone un Santo in paese

Sembra quasi di vederlo arrivare da lontano, con la sua vecchia tonaca e ai piedi un paio di sandali ormai consumati per la tanta strada percorsa. Si sente l’eco dei suoi passi e in un attimo una sensazione di quiete mi pervade. Dove mi trovo e chi è quella figura che mi sono immaginata veder […]

Fra nobiltà e santità: sulla strada di Camilla da Varano

Chiudendo gli occhi per qualche istante sembra quasi di vedere la frenetica attività che doveva animare il meraviglioso quadriportico, fulcro vitale del palazzo: le lunghe vesti, il passo veloce e deciso, le voci, la musica, i rituali di una corte al massimo del suo splendore. Non è difficile immaginare lo sfarzo e la vitalità culturale […]