Vino, cibo e “marcheterapia”: l’elisir di lunga vita delle Marche

Per secoli sovrani e imperatori di tutto il mondo hanno cercato di carpire il segreto dell’immortalità inviando avventurieri e assoldando alchimisti alla ricerca dell’elisir di lunga vita. Una magica sostanza che avrebbe garantito loro di vivere a lungo e in salute. Indovinate un po’? Noi l’abbiamo trovato e vogliamo condividere questo segreto con voi…siete pronti? Bene, il segreto per una vita longeva, attiva e felice si chiama…Regione Marche!

Dati recenti hanno evidenziato infatti che gli ultracentenari nella nostra regione sono passati da 99 a più di 500 negli ultimi venti anni, facendo delle Marche la regione più longeva d’Italia. Anche una recente puntata di Linea Verde, andata in onda su Rai 1 lo scorso gennaio 2015, ha dedicato uno speciale al segreto di “lunga vita” della nostra terra.

Ma quali sono, secondo uno studio dell’Università Politecnica delle Marche, i fattori che fanno del nostro territorio un posto di nonni vispi e felici? Ecco a voi gli ingredienti dell’“elisir” della Regione Marche:

Il buon vino marchigiano

vingeti marche uva vino

Le colline marchigiane e i preziosi vigneti

Del vin bidogna fann us, no abus cioè “del vino bisogna farne uso e non abuso”, dice un vecchio proverbio marchigiano. Sembra che questa sia proprio la regola fondamentale! Quasi tutti gli anziani marchigiani bevono un bicchiere di vino al giorno riuscendo a godere dei piaceri della vita senza esagerare, anzi traendone beneficio. I vini della nostra terra sono quanto di meglio si possa trovare in fatto di gusto, tradizione e qualità: la grande personalità della Lacrima di Morro d’Alba, la fragranza del Rosso Conero, la versatilità del Bianchello del Metauro, la incredibile varietà dei vini del Piceno dalla Passerina al Rosso Piceno, questi e altri ancora riconosciuti da marchi prestigiosi come D.O.C e  I.G.P. Ma non possiamo non dedicare lo speciale posto d’onore fra i vini marchigiani al Verdicchio dei Castelli di Jesi: miglior vino bianco fermo d’Italia per il 2014 e 2015, la sua freschezza ed inconfondibile personalità lo faranno diventare il re incontrastato delle vostre tavole!

Alimentazione a km zero

gastronomia-prodotti-tipici-002

I prodotti tipici delle Marche

Un buon bicchiere di vino marchigiano è già un ottimo punto di partenza per vivere al meglio la terza età. In più gli anziani locali si affidano ai prodotti genuini della propria terra per completare una dieta salutare. Se in Giappone, prima nazione al mondo per aspettativa di vita, il segreto della longevità sta nelle alghe del mare, qui da noi possiamo contare su tanti prodotti a km zero e sul pesce azzurro del Mare Adriatico, da sempre considerato “povero”, cioè poco pregiato, ma ricco in grassi insaturi e sostanze benefiche per l’organismo. In più, Le Marche sono fra le regioni più virtuose d’Italia nel settore dell’agricoltura biologica e per l’impegno in favore della biodiversità e della riscoperta delle antiche colture autoctone. Beh, che dire di più se non…buon appetito!

 La bellezza del paesaggio: la “marcheterapia”

 paesaggio marchigiano marcheterapia

La bellezza del paesaggio marchigiano è una terapia per il corpo e per la mente

Per ultimo, ma non certo per importanza, noi marchigiani possiamo contare su di un paesaggio armonioso, dove l’uomo ha saputo intervenire senza stravolgere l’originale bellezza del territorio. Il contatto con la terra e le tradizioni, che si declinano in attività fisica in campagna e attività sociali strettamente legate al territorio, è gelosamente preservato, soprattutto dai “non più giovani”, in una regione che merita di essere definita senza alcun dubbio “a misura d’uomo”. Se interagire attivamente con il territorio porta benefici, anche un contatto passivo, ammirando semplicemente le bellezze del paesaggio, è in grado di trasmettere serenità e benessere mentale facendo della “marcheterapia” una vera e propria fonte di lunga vita.

Allora, avete capito il segreto? Semplice: Regione Marche!

Info utili

  • Scopri tutto sul “Made in Marche” sul sito del turismo della Regione Marche 

 

Ti potrebbe interessare anche...

One thought on “Vino, cibo e “marcheterapia”: l’elisir di lunga vita delle Marche

  1. Idi tengo ad avere le vostre news letter per essere informata su ciò che dite è pubblicate e così condividerle sulla pagina Fs e tra le news del web site del mio B&B Language And Art.grazie mille e buon lavoro e complimenti per il sito delle Marche che è molto invitante.grzie a tutti, Marilena Piccinini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.