Raccontaci le Marche: intervista a Sara Boccolini

Le Marche da vivere secondo il ritmo della natura e delle stagioni.

Un vacanza nelle Marche fra spiritualità interiore e contatto con l’ambiente

In questa intervista con la mia amica e collega Sara Boccolini cerchiamo di conoscere la natura nelle Marche come riscoperta di se stessi oltre che come occasione di vacanza. Dove territorio e natura sono direttamente connessi trasmettendo energia e ricarica a corpo e spirito.

Ciao Sara, parlaci un po’ di te: chi sei e cosa fai nella vita?

Ciao a tutti. Mi chiamo Sara e sono una viaggiatrice sognatrice. Amo vivere la vita con il sorriso in volto e cercando di essere positiva e spensierata. Non amo lamentarmi e non amo la gente che lo fa. Intorno a me voglio solo persone belle che affrontano la vita, ogni giorno, con coraggio e spirito di adattamento. Ho anche la testa tra le nuvole e, molto spesso, mi dimentico di scendere. Infondo la vita da lassù appare ancora più colorata e soffice.

Nella vita, ormai da più di 8 anni mi occupo di travel, blogging e social media. Tutto è iniziato un po’ per caso, un po’ per gioco. Mi ero da poco trasferita in Toscana e cercavo il mio primo lavoro serio dopo essermi laureata in ambito economico-turistico ed essermi occupata, per passione, di turismo responsabile e volontariato.

In Toscana sono entrata a far parte di un Tour Operator giovane, frizzante ed ero piena di aspettative. Lavorando ho imparato tantissimo e, soprattutto grazie a Stefano il mio primo responsabile di reparto, mi sono innamorata del web e del mondo social. Come ogni volta che mi innamoro, anche nella vita, ci metto l’anima. Da lì il passo è stato breve. In un attimo mi sono aperta un blog di viaggi personale Viaggio AnimaMente e tutti i vari account social. Purtroppo come per tutte le cose nella vita, c’è un inizio e c’è una fine. Quando la bella favola del TO è terminata mi sono rimboccata le maniche e, volendo restare a vivere in Toscana, ho aperto partita iva e sono diventata freelance. Molti dubbi, molte paure, tante titubanze e incertezze. Ma oggi, dopo 5 anni, posso dire di aver preso la strada migliore, di aver fatto un’ottima scelta. Non ho mai perso il sorriso e questo penso possa significare molto.

Oggi sono una Social Media Marketing Specialist, Web Content, Travel Writer e Travel Blogger Freelance con un’attenzione particolare alle buone pratiche di Turismo Responsabile, Sostenibile, a tutto ciò che è Eco, al mondo del volontariato e allo Yoga in viaggio!

La vita ti ha portato fuori regione per poi tornare nelle Marche. Quali sono i luoghi che più ti mancavano? E perché?

Ho amato da morire la Toscana per sei lunghi anni. Tutt’ora la considero la mia seconda casa, una regione dove sentirmi bene, un luogo dove potrò per sempre contare su veri amici.

Delle Marche e della mia terra mi è sempre mancato il mare a due passi da casa, la possibilità di uscire dopo cena e bere una birretta fresca guardando il mare, l’accento di casa, la mia famiglia e alcune amicizie.

Ma per una come me nata a 5 minuti dal mare selvaggio e paradiso naturale affacciarsi dalla finestra e vedere le colline era come morire ogni giorno un pochino in silenzio dentro.

  • Come fai a non andare alla spiaggia di San Michele a Sirolo?
  • A non prendere un gelato serale a Numana?
  • Come puoi passare un’estate lontana dalla Riviera del Conero?

Nella stagione fredda, invece, sentivo la necessità della natura nelle Marche, e la mancanza dei Sibillini e nello specifico di Sarnano dove ho una casa in montagna che purtroppo mi sono sempre goduta molto poco. La neve, il borgo pittoresco, le viuzze caratteristiche, il paesaggio mozzafiato tutt’intorno.

Partire è stato un sollievo, una ricerca di nuova aria ma tornare è stato ancora meglio. E ti giuro che non me lo sarei mai aspettata e mai avrei immaginato un giorno di tornare.

“Chi viaggia senza incontrare l’altro, non viaggia, si sposta”. Alexandra David-Néel

Per come ci conosciamo, questa è l’essenza del tuo modo di viaggiare e raccontare tramite il blog. Per un viaggio intimo e riflessivo nelle Marche che meta ci consiglieresti?

Esatto, ci conosciamo bene 😉 Viaggiare abitando luoghi asettici non ha senso. Io quando viaggio ho voglia di riportarmi a casa tante emozioni, storie, sorrisi. Un ricordo fatto solo di meravigliosi panorami e incantevoli spiagge tende a scomparire nel tempo. Uno invece fatto anche di volti e sguardi, parole e momenti condivisi tende a restare impresso nel mio cuore per sempre.

Nelle Marche se hai bisogno di staccare la spina e dedicarti qualche giorno di intimità ti consiglio i fantastici sentieri dei Monti Sibillini. Lì potrai lasciare libera la tua mente, potrai concentrarti sul cammino e sul tuo Qui e Ora. Se cercate un’oasi di pace in mezzo alla natura marchigiana vi consiglio di alloggiare al mulino dell’Agriturismo Arcera nel borgo medievale di Forcella – Roccafluvione, magari facendo un po’ di yoga.

Se prediligete, invece, il mare ti consiglio una giornata a Mezzavalle  in bassa stagione. Una spiaggia selvaggia che ti ricaricherà alla grande. Ricordati solo che per rientrare devi fare uno stradello in salita non proprio allettante.

La creazione di contenuti online è diventato un compito delicato, soggetto a malintesi e fake news.

Per la ricerca di un viaggio cosa scegli di consultare per essere sicura di evitare problemi e come destinazione Marche potrebbe aiutare la ricerca dei potenziali turisti?

Quando organizzo un viaggio, oltre alla classica guida cartacea di cui non potrei fare a meno [sono di vecchia generazione e adoro la carta!], leggo articoli di travel blogger fidati che hanno già visitato quella destinazione e mi informo attraverso il sito dell’ente del turismo come Marche Turismo.
Penso che queste siano fonti attendibili e infatti non mi sono mai trovata male facendo così.
Destinazione Marche penso che faccia già moltissimo attraverso gli utilissimi articoli su destinazioni-eventi-tour-itinerari [e tanto altro] che vengono continuamente lanciati attraverso il blog. Io stimo davvero molto il vostro lavoro e i vostri sorrisi: siete sempre sul pezzo e siete una delle regioni che a mio parere fa questo lavoro nel migliore dei modi.

Infine, quali suggerimenti vorresti dare a chi desidera venire in vacanza nelle Marche?

Ogni anno puntualmente in questa stagione in tantissimi mi chiedono consigli per le Marche.

Quello che mi sento di dire è, se prediligi il mare, cerca di venire in Giugno o Settembre. Luglio e Agosto la Costa del Conero è presa talmente d’assalto che anche noi che abitiamo qui evitiamo di andarci soprattutto nel weekend. In bassa stagione, invece, avrai la possibilità di goderti di più il rumore del mare e i suoni della natura senza troppo caos intorno.
Inoltre vorrei lanciare un appello: la natura nelle Marche non si trova solo nel Conero. Ho capito che l’estate è sinonimo di mare ma potresti anche fare un salto nella bella Ascoli Piceno, a Macerata, scoprire il Porto Antico di Ancona, andare nell’entroterra esplorando itinerari di gusto e borghi unici.

Prediligi una vacanza itinerante perché le Marche sono belle dai monti al mare, dalle colline alle città.

In alternativa potresti sempre tornare da queste parti per un weekend autunnale o primaverile scegliendo un itinerario diverso oppure prediligere l’inverno per venire a sciare o ciaspolare nei Sibillini.

Che ne dici? Io ti aspetto 😉

Conclusioni

Aspettandovi anche io nelle Marche, che sto scoprendo sempre meglio, condivido con Sara la voglia di ritrovare se stessi in armonia con il territorio che mi circonda specialmente nei momenti di relax e vacanza.
Un turismo lento a contatto con la natura e da vivere a rallentatore per essere apprezzato.

Le interviste su “Raccontaci le Marche“ continuano parlandoci di una regione che gode di un patrimonio naturalistico immenso non solo costiero e che emoziona ovunque la si visiti.

Raccontateci pure voi cosa vi fa innamorare delle Marche e della natura nelle Marche, basta scriverci e seguire Marche Tourism sui nostri social menzionandoci!

A presto con #destinazionemarcheSilvia

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *