Slide

Andar per terme nelle Marche

Un viaggio nelle Marche è un viaggio nel benessere. Se siete in cerca di un po’ di relax e effetti benefici per il corpo e la mente, le terme immerse nei meravigliosi borghi marchigiani sono il luogo ideale dove trascorrere qualche ora o un week-end.

Svariate sono le località che offrono questa possibilità; ve le illustriamo in questa mappa.

Da nord a sud, è ampia la scelta degli stabilimenti termali che utilizzano le acque con proprietà benefiche e curative, per imbottigliamento, cure idropiniche e trattamenti di medicina estetica.

(Foto Anna Demianenko da Unsplash)

Le Terme si scelgono per disintossicarsi e combattere lo stress, per questo motivo gli stabilimenti termali, pur mantenendo l’offerta delle terapie classiche, stanno diventando anche veri e propri centri benessere con solarium, palestre, idromassaggi, trattamenti estetici e piscine.

Terme di Raffaello, a Petriano (PU)

A Petriano, piccolo centro collinare della provincia di Pesaro e Urbino, si trovano le Terme di Raffaellodove dalla fonte La Valle sgorgano acque con altissime concentrazioni di minerali, zolfo e bicarbonato, tali da renderle uniche al mondo. Qui le temperature differenziate delle piscine termali, gli idromassaggi e i giochi d’acqua completano il percorso, garantendo una pausa all’insegna del relax e del benessere.

Convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale, offrono numerosi trattamenti terapeutici, quali inalazioni, insufflazioni, bagni, fanghi, massaggi e idromassaggi. La piscina termale è formata da una vasca principale la cui temperatura è di 32 gradi e da due percorsi vascolari a temperature differenziate; è ideale per svolgere attività quali acquagym e ginnastica dolce.

Terme dell’Aspio, a Camerano (AN)

Nell’entroterra del Parco Regionale del Conero, arriviamo a Camerano, un borgo incastonato tra le colline armoniose ed ondulate con un panorama ricamato dai vigneti del vino Rosso Conero.

Qui si trovano le Terme dell’ Aspio dove è possibile vivere un’esperienza a tutto tondo intorno alla sorgente termale. Potrete infatti seguire cure inalatorie, cure depurative idropiniche e percorsi benessere per gruppi tematici (giovani e adulti, future mamme, organizzazioni, sportivi, successful aging).

Dopo un tempo rigenerante alle terme non lasciatevi scappare un giro nella Città Sotterranea di Camerano, scavata nell’arenaria percorre il sottosuolo del centro storico con un andamento labirintico.

Terme di Frasassi, a San Vittore di Genga (AN)

Il più suggestivo per la vicinanza – anzi la prossimità – con le Grotte di Frasassi, è lo stabilimento termale di San Vittore di Genga, in una pittoresca posizione che ha per sfondo un magnifico scenario di monti rivestiti di boschi, ai piedi della Gola di Frasassi, attraversata dal fiume Sentino.

Presso le Terme, che utilizzano acque minerali naturali sulfuree-clorurate-sodiche, si possono effettuare: cure inalatorie e cure balneoterapiche oltre a trattamenti estetici, quali massaggi, peeling, idromassaggi. Queste terme sono un vero toccasana per chi cerca il verde e il contatto con la natura!

Terme di Santa Lucia, a Tolentino (MC)

A soli 3 km di distanza da Tolentino, città d’arte tra le più note e frequentate delle Marche, in posizione strategica nella valle del Chienti, troviamo le Terme di Santa Lucia, a ridosso di un fitto bosco secolare, in un ampio parco dotato di un’area attrezzata per i bambini.


Il complesso termale comprende il centro estetico “Beauty Farm” Terme di Santa Lucia, ispirato ai più attuali orientamenti di dermocosmesi e medicina estetica, un sofisticato ambulatorio di Riabilitazione e Terapia Fisica con numerosi macchinari moderni, un qualificato ambulatorio di Medicina dello Sport, un attrezzato Centro di Diagnosi e Cura per la Sordità Rinogena e uno speciale reparto di cure inalatorie per bambini, con giochi e arredi colorati.

Fra un trattamento e l’altro, vi consigliamo una visita alla Basilica dedicata a San Nicola da Tolentino, uno dei santuari più importanti dell’Italia centrale. La meraviglia delle meraviglie è data dal suo Cappellone, i cui affreschi, realizzati da pittori riminesi (Pietro, Giuliano, Baronzio) di scuola giottesca che rappresentano la più alta testimonianza della pittura del Trecento nelle Marche.

Terme di Giacomo, a Sarnano (MC)

Una stazione termale molto rinomata per la qualità e le applicazioni delle acque, tra cui la bicarbonato-calcica oligominerale di San Giacomo, la sulfureo-salsa di Terro e la bicarbonato- calcica Tre Santi. Tutto questo lo troviamo nelle Terme di Giacomo, a Sarnano, paese che offre la bellezza del paesaggio e le infinite testimonianze d’arte.

Sarnano, su cui sventola la Bandiera Arancione, è situata al centro di un’incantevole valle ai piedi dei monti Sibillini e fa parte dell’Associazione de I Borghi più belli d’Italia.

Con il trasferimento alla nuova sede di via Alcide De Gasperi 28, l’offerta delle Terme di San Giacomo si è arricchita dei nuovi servizi di Spa-Centro Benessere, di piscina termale interna con idromassaggio, di piscina termale esterna con solarium e appartamenti in formula residence per soggiorni termali, culturali di benessere o relax.

Nuove Terme di Acquasanta, ad Acquasanta Terme (AP)

Acquasanta Terme è conosciuta sin dal tempo dei Romani per le sue preziose acque termali. Il nome stesso deriva dalla presenza nel sottosuolo di acqua termale solfurea che alimenta i reparti di cura dello stabilimento “Nuove terme di Acquasanta” dove vengono praticati fanghi, bagni, cure inalatorie, docce nasali e insufflazioni endotimpaniche utilizzando acqua solfurea, salsa, solfata.

Inserita in un particolare contesto naturale, caratterizzato da colline e dalle montagne del Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, nel cui territorio è compresa, e dai Monti Sibillini qui potrete concedervi una pausa dallo stress e immergervi nel benessere.

Lo stabilimento dispone di un Centro benessere, realizzato con la caratteristica pietra locale, dove sono disponibili sauna, bagno turco, minipiscina con idromassaggio, docce a getto cromatico, sala relax, massaggi e trattamenti.

Inoltre è dotato di Centro estetico e piscina solfurea e, per deliziare i palati, anche di un ristorante che propone piatti preparati con materie prime selezionate. Si può inoltre soggiornare presso l’Hotel Italia, direttamentecollegato allo stabilimento termale.

Se siete amanti delle escursioni qui troverete una meta ideale tra i suoi boschi di castagni, abeti, faggi e querce. A partire dalle frazioni Pito, Pozza e Umito si possono raggiungere le suggestive mete del Parco della Laga quali le cascate della Volpara e Prata e la Macera della Morte.

Cosa fare e vedere ad Acquasanta Terme

Info utili

Visita il sito del turismo della Regione Marche

Ti potrebbe interessare anche...

Andrea Rossetti

Andrea Rossetti è il social media editor. Creatore di soluzioni grafiche e generatore di sinonimi, è amante dello sport, con la pallavolo come grande passione. È direttore responsabile del blog ed è più preciso di un orologio svizzero.

Condividi
Pubblicato da:
Andrea Rossetti

Post recenti

Giornate FAI d’autunno 2021: cosa vedere nelle Marche

Sabato 16 e domenica 17 ottobre tornano le Giornate FAI d’autunno organizzate dal Fondo Ambiente…

2 settimane ago

Le Marche dipinte da Franco Fontanella in mostra a Roma e Ancona

"Un viaggio nelle Marche, non frettoloso, porta a vedere meraviglie" scriveva Guido Piovene. E se…

3 settimane ago

Le fiere del tartufo nelle Marche

Siete pronti per un goloso tour gastronomico alla scoperta delle fiere del tartufo nelle Marche? L’estate…

4 settimane ago

24 ore a Cupramontana, la capitale del Verdicchio

Siete mai stati a Cupra Montana, patria del vino bianco più famoso delle Marche? Cupramontana…

4 settimane ago

La storia della scoperta delle Grotte di Frasassi

Ecco come 50 anni fa abbiamo scoperto la “Grotta Grande del Vento” di Frasassi. di Giancarlo…

1 mese ago

Carpegna per ciclisti: visita il Cippo Pantani

Che cosa ne dite di scoprire una meta imperdibile per gli appassionati di ciclismo, nelle…

1 mese ago