Slide

Amandola e Lago di San Ruffino: tra natura e tartufo

L’estate entra nel vivo e con essa arriva anche la voglia di fare attività all’aperto in mezzo alla natura. Che ne dite di un tour delle Marche Insolite che vi porterà alla scoperta del territorio di Amandola, terra di tartufi, e del Lago di San Ruffino?

Staccate la spina, prendete appunti, mettetevi in macchina e raggiungete il benessere. L’itinerario è adatto a tutti quelli che hanno voglia di immergersi in un contesto unico e pazzesco.

Un mix di attività all’aria aperta, esperienze multisensoriali, sport e sapori tipici marchigiani. Siete pronti?

Amandola e i Monti Sibillini

Amandola è un borgo in provincia di Fermo che funge da porta est del Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Aria frizzante, atmosfera invitante, scorci pittoreschi, tappe culturali. Il centro storico di Amandola, Bandiera Arancione, è fatto di vicoli nascosti, viste pazzesche sui Sibillini, palazzi eleganti.

–> Scopri le 10 cose da fare e vedere ad Amandola, la regina dei Sibillini

Prendete fiato e raggiungete la vetta dove si trova il Belvedere di Piazza Alta. La “Regina dei Sibillini” ti regalerà una panoramica indimenticabile. Vi sembrerà di essere parte di un dipinto dai contorni suggestivi.

Cosa fare ad Amandola

Arrivati a destinazione, come prima cosa, vi consiglio di recarvi all’ufficio turistico in Piazza Risorgimento. Lì potrete prendere tutto il materiale necessario per il vostro viaggio nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini.

Inoltre, come benvenuto in paese, vi verrà consegnata una card con la quale avrete diritto a una consumazione in uno dei locali aderenti all’iniziativa. Se è ora dell’aperitivo proprio lì davanti si trova la Cantina Va&Vini che vi offrirà un calice di vino!

Nel borgo di Amandola si trova il Museo del Paesaggio. Un luogo nato da un’idea di Legambiente e del Parco. Qui, curiosi viaggiatori, conoscerete tutti gli aspetti che caratterizzano questo territorio.

Il Paesaggio non inteso solo come natura. Giochi interattivi, suoni, parole: mettetevi in gioco per entrare nel mood giusto. All’interno del Museo sono esposte anche tante meravigliose fotografie di Giorgio Tassi, guida del territorio e fotografo di paesaggio.

Al piano superiore dell’edificio si trova il Museo Opere d’Arte dove è allestita una mostra permanente con opere recuperate dalle chiese  e dai luoghi danneggiati dal terremoto.

  • Madonna con Bambino e Ss. Bernardino, Antonio da Padova e Caterina d’Alessandria,
  • Madonna con Bambino e Ss. Francesco e Maddalena.

Sono opere di Giuseppe Puglia, detto il Bastaro, che fanno parte di questa collezione.

Presso il Museo, in collaborazione con l’Università degli Studi di Camerino e l’Università degli studi di Urbino, è inoltre allestito un corner di restauro dove potrai ammirare da vicino questa arte unica e preziosa.

Dove mangiare vicino Amandola

In mezzo al nulla, circondato dal verde delle colline di Amandola e contornato dai lineamenti sinuosi e imponenti dei Monti Sibillini si trova l’Agriturismo Madonna di Piana.

Qui, dove il tempo sembra essersi fermato, potrete ascoltare il vostro respiro, rigenerarvi e tornare in equilibrio con il mondo.

L’agriturismo è perfetto per un soggiorno a stretto contatto con la natura. Ricette tipiche marchigiane, a base di tartufo, delizieranno il vostro palato.

Lo sapete che proprio ad Amandola ogni anno si svolgono manifestazioni legate a questo pregiato prodotto tipico?

  • Diamanti a Tavola a Luglio, kermesse dedicata al nero pregiato,
  • Diamanti a Tavola a Novembre, evento legato al tartufo bianco.

All’agriturismo lo chef Patrizia Monaldi creerà per voi delle vere opere d’arte da acquolina in bocca!

  • Frittata ai funghi porcini e tartufo,
  • le fregnacce (tipico primo piatto amandolese al quale è dedicata una sagra estiva) al tartufo, pecorino e pepe,
  • …e tanto altro!

Una tavola apparecchiata per voi all’aperto, un calice di vino locale, la brezza estiva, la meraviglia negli occhi.

Il “Lago Fantasma” per le tue attività all’aperto

Se amate lo sport, le attività all’aria aperta o anche solo sdraiarvi all’ombra di un albero ad ascoltare i suoni della natura, vi innamorerete del lago di San Ruffino, detto anche “lago fantasma”, incastonato tra i comuni di Amandola e Monte San Martino.

Il lago di San Ruffino è un lago artificiale creato costruendo una diga che interrompe il corso del fiume Tenna. Questa viene aperta dall’Autunno alla Primavera facendo così scomparire il lago.

Nel centro storico di Amandola potrete affittare una e-bike presso uno dei centri autorizzati (Mountain’s siblings e-bike, Amando la e-bike, Outdoor Amandola) e, attraversando location bucoliche, raggiungerete questa oasi di pace e tranquillità.

Qui potrete dedicarvi alle più svariate attività.

  • Passeggiata a piedi, a cavallo o in sella alla vostra bici intorno al lago per scoprire il percorso didattico e ammirare diverse specie di piante e alberi.
  • Giro lago in canoa, kayak, sup, pedalò, barca a remi. Affittate il mezzo che più ti si addice al punto “San Ruffino Canoe” e parti per un tour romantico e mozzafiato.
  • Pratica di yoga presso il prato dell’Osteria del Lago. Qui vengono infatti organizzate durante la bella stagione pratiche di yoga in mezzo alla natura! Contatta l’insegnante Giulia del Balzi via social e prendi nota dei prossimi appuntamenti. Sarà un piacere respirare ad occhi chiusi mentre un tiepido e timido sole saluta il giorno baciando con i suoi riflessi le rive del lago.
  • Aperilago all’Osteria. I tavoli all’aperto situati nel giardino del locale, un tagliere a base di prodotti tipici, un calice di vino, i colori del tramonto che scaldano il cuore.

A presto amici, vi aspetto sul mio blog!

Sara di viaggioanimamente.it

Ti potrebbe interessare anche...

Sara Boccolini

Condividi
Pubblicato da:
Sara Boccolini

Post recenti

Andar per terme nelle Marche

Un viaggio nelle Marche è un viaggio nel benessere. Se siete in cerca di un…

21 ore ago

Gradara: cosa vedere in un giorno

Gradara, Borgo dei Borghi 2018 e Bandiera Arancione del Touring Club Italiano, è un luogo…

2 settimane ago

Festival MArCHESTORIE: cosa fare e vedere

Siete pronti ad immergervi nei racconti e nelle tradizioni dei borghi delle Marche? Il Festival…

2 settimane ago

Recanati, oltre Leopardi c’è di più…

Recanati… inutile dire che se pensiamo a questo luogo ci viene subito in mente il…

3 settimane ago

Ancona la città dei due soli: dove ammirare l’alba e il tramonto sul mare

Quante città ci sono sull’Adriatico, isole escluse, dove è possibile ammirare l’alba e il tramonto…

1 mese ago

I murales più belli delle Marche

Qual è la prima cosa che ti viene in mente pensando alle Marche? Probabilmente il…

1 mese ago