Sciare nelle Marche: come e dove…

Le Marche in inverno hanno un fascino particolare: tutto il territorio si stringe attorno alle tradizioni, i piccoli borghi diventano paesi presepe; la montagna, innevata, è pronta ad ospitare grandi e piccoli nelle piste da sci, negli snow park e al caldo nei rifugi. Nelle Marche tutto è a portata di mano, considerato che bastano pochi chilometri per trovare una bella città e i suoi musei, per poter organizzare un tour nei borghi o in montagna, proprio grazie alle distanze ridotte e alle tante e differenziate offerte turistiche. Facciamo un excursus su alcune delle località sciistiche aperte, con gli impianti di risalita, provincia per provincia. Per l’elenco completo cliccate qui.

Provincia di Pesaro Urbino

Valle del Foglia (Foto © Cristian Ruboni Photography by Instagram)

Valle del Foglia (Foto © Cristian Ruboni Photography by Instagram)

1. Frontone, Monte CatriaSciare in questa provincia significa scegliere il Monte Catria, a Frontone, un piccolo comprensorio sciistico, con neve garantita per buona parte dell’anno, nel cuore dell’Appennino Umbro-Marchigiano e ad una manciata di chilometri dalle cittadine di Cagli e Pergola. La stazione è in posizione tranquilla a 1.400 metri di altitudine, si sale in funivia dalla località Caprile di Frontone. Alla partenza della funivia troverete un comodo parcheggio ed il noleggio sci. Per allietare le giornate “in bianco” è consigliabile una visita al rifugio La Cupa delle Cotaline, dove si potranno degustare le migliori specialità locali oltre che pernottare. Il comprensorio sciistico del Monte Catria è ideale per le famiglie e gli appassionati di ogni età, grazie ad un’area sciabile di circa 9 km servita da un skilifit, manovia e nastri trasportatori per il Campo Scuola. Per gli amanti dei fuoripista tante possibilità sia in quota che lungo i 6 km del fondovalle che interseca tanti sentieri percorribili con gli sci larghi ai piedi. Tra i servizi troviamo la funivia e, per gli amanti della bicicletta, il Catria Bike Park è molto attrezzato, oltre allo snow park e, nei festivi, ciaspolate per tutti. Vi ricordiamo che le strade che salgono da Acquaviva di Cagli, Chiaserna di Cantiano e Buonconsiglio di Frontone restano chiuse con ordinanza della Provincia di Pesaro ed Urbino fino alla fine del mese di Marzo. Info qui.

Il Monte Catria, stazione di arrivo (foto © www.montecatria.com)

Monte Catria, stazione di arrivo (foto © www.montecatria.com)

Il Monte Catria

Altra immagine della sciovia del Monte Catria

2. Piobbico, Monte NeronePiobbico, sull’area del Monte Nerone (1525 m slm), tra le più alte vette dell’Appennino Umbro-Marchigiano. L’omonima stazione sciistica, è costituita dalla Sciovia del Mandrione. Gli impianti sciistici sono dislocati su 5 piste per un totale di oltre 6 km, di cui 2 piste blu e 3 rosse. E’ presente una sciovia, uno skilift, uno snowpark per gli appassionati dello snowboard nell’area adiacente le piste da sci, un campo scuola nelle vicinanze del Rifugio Corsini, una pista da bob, uno snow park e diversi impianti di innevamento artificiale. E’ confermata l’apertura degli impianti sciistici nella stagione 2016-2017 nelle giornate di sabato, domenica e lunedì. Info qui.

Monte Nerone (foto a sinistra: © Mattia Bartoccetti by Fb - foto a destra: © Sciovie Monte Nerone by Fb)

Monte Nerone (foto a sinistra: © Mattia Bartoccetti by Fb – foto a destra: © Sciovie Monte Nerone by Fb)

3. Montecopiolo – Eremo Carpegna e VillagrandeMontecopiolo è compreso nell’area del monte Carpegna e fa parte del comprensorio del Parco Regionale Sasso Simone e Simoncello. Due sono le località sciistiche: Eremo Monte Carpegna e Villagrande, dove sono presenti tre moderne sciovie con vaste piste da sci. La località è meta dei deltaplanisti e amanti del parapendio. Gli impianti sciistici sono dislocati su 11 piste da sci, facili o di media difficoltà; la quota minima delle piste è di 915 m slm, la massima 1.400 m; è presente uno snow park, due anelli per lo sci di fondo, una pista bob e slitte, un Campo Scuola per sci e snowboard a Villagrande innevato artificialmente, 3 sciovie, una seggiovia sul Monte Carpegna, 2 tappeti mobili, un impianto di innevamento artificiale, una pista seggiovia illuminata; 5 battipista e una Scuola Italiana di Sci Alto Montefeltro. In presenza di basse temperature, è confermata l’apertura degli impianti sciistici di Eremo Carpegna nella stagione 2016-2017;  a Villagrande sono aperti solo in presenza di neve naturale. Info qui

Provincia di Macerata

1. Sarnano, Sassotetto e Santa Maria Maddalena Aperto da giovedì 26 gennaio, Sarnano è una delle più importanti stazioni sciistiche dell’Appennino Umbro-Marchigiano, sulla catena dei Monti Sibillini, che permette di percorrere le piste anche dopo il tramonto. La zona di Sassotetto-La Maddalena offre impianti di risalita e piste di media difficoltà. Lo snow park Sassotetto-Maddalena, pensato per gli amanti dello snow board, è suddiviso in aree di diversa difficoltà per dare la possibilità di divertirsi sia a principianti che ai più esperti. Gli impianti sciistici sono: Snow park Maddalena; 5 piste da discesa (di cui 1 pista nera, 3 piste rosse ed una blu) per un totale di 11,5 km di piste. Le piste si estendono dalla quota minima di 1.300 m slm a quella massima di 1.680 m slm; 9 impianti di risalita, skilift, piste-baby e annessi campi scuola, oltre a ben due Scuole di sci. La caratteristica di Sarnano sta anche nella possibilità di sciare in notturna: infatti è possibile slittare tra la neve illuminata dall’apposito impianto che assicura un fascino ulteriore agli amanti di questo sport invernale. Da non perdere il laboratorio Skiman, con la preparazione di lamine e sciolinatura immediata. Info qui.

Saranano (foto © sarnanoneve.it by Fb)

Saranano (foto © sarnanoneve.it by Fb)

2. Acquacanina, Piani di Ragnolo –Ben quattro piste blu di sci di fondo per un totale di 25 km, che si estendono da 1.450 a  1.520 m slm. Acquacanina, unica pista da fondo permanente dell’Appennino Umbro-Marchigiano, è un rinomato centro turistico di sport invernali per lo sci di fondo sul Monte Ragnolo che dispone di cinque anelli di piste da fondo, di cui uno panoramico di km 7-9 chilometri. Per la particolare esposizione al vento è il posto ideale per gli appassionati di snowkite e per cani da slitta. Le piste sono sempre battute, sia per la tecnica classica sia per la tecnica moderna. Grazie alla sua posizione è una località piacevole e tranquilla da apprezzare durante l’anno da parte degli amanti delle passeggiate e delle escursioni. Info qui

Piani di Ragnolo (foto © Centro Fondo e Snowkite Monte Ragnolo by Fb)

Piani di Ragnolo (foto © Centro Fondo e Snowkite Monte Ragnolo by Fb)

A sinitra: Sassotetto (foto © mactarini by Ig) - a destra: Sarnano (foto © sarnanoneve.it by Fb)

A sinitra: Sassotetto (foto © mactarini by Ig) – a destra: Sarnano (foto © sarnanoneve.it by Fb)

3. Pintura di BolognolaBolognola è uno dei più piccoli e più elevati comuni delle Marche (m 1.070), di origine medievale. Sotto la vetta più alta nel suo territorio, il Monte Rotondo, troviamo la cascata naturale dell’Acquasanta. È una meta importante per gli sport invernali e molto attrezzata grazie alle tante sciovie, dotatata di piste di varia difficoltà. Qui si possono praticare numerose attività invernali e escursioni. Otto gli impianti sciistici con 6,5 km di piste (3 blu, 3 rosse e 2 nere). L’altezza varia da 1.050 m a 1.590 m. Per i più piccoli un Campo Scuola, ski lift e area dedicata per bob dei bambini. A Bolognola è possibile noleggiare sci e snow-board, mentre i professionisti possono ‘esibirsi’ nelle piste omologate Fisi per gare di gigante, super G e slalom. Sabato 4 e domenica 5 febbraio, poi, si organizza l’evento Crazy Board con test materiali sullo snow park, con una precisazione degli organizzatori: “La neve è ancora molta e nonostante le temperature che si sono rialzate il manto risulta ben sciabile!”. Info qui.

Provincia di Ascoli Piceno

1. Ascoli Piceno, Monte Piselli – Gli impianti sciistici del Monte Piselli, situati sul versante settentrionale della Montagna dei Fiori, inserita nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, sono localizzati geograficamente fra le Province di Ascoli Piceno e Teramo e distano circa 20 km dalla città di Ascoli Piceno. La stazione sciistica dispone di due impianti di risalita e di cinque piste di discesa, oltre ad una seggiovia, due tapis roulant e, a  S. Giacomo, un nuovo campo scuola dotato anch’esso di tapis roulant. Info qui.

 

Info utili

Consulta sul sito ufficiale del Turismo la sezione dedicata a Marche d’Inverno
Consulta le pagine Facebook Sciovie Monte Nerone, Centro Fondo e Snowkite Monte Ragnolo, Bolognola Ski e Monte Piselli

 

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *