Photowalk a Fabriano il 18 giugno: alla scoperta della città della carta

Siete pronti? È in arrivo un altro photowalk, dopo aver esplorato insieme la città di Fano, vi portiamo alla scoperta di Fabriano, città d’arte e tradizioni, fiera della sua lunga storia fatta di creatività, imprenditoria e innovazione. L’iniziativa, organizzata da Regione MarcheFondazione Marche Cultura attraverso il suo Social Media Team, Ente Autonomo Palio di San Giovanni Battista e Comune di Fabriano si svolgerà domenica 18 giugno dalle ore 9.00 alle ore 13.00. #fabrianophotowalk è una passeggiata fotografica digitale aperta a tutti coloro che vorranno scoprire e condividere online le bellezze della città a suon di click! Partecipando a questo evento, completamente gratuita, avrete la possibilità di vincere un weekend presso l’hotel Le Muse a Fabriano, la filigrana artistica, prodotti tipici fabrianesi. Lo sponsor ufficiale di questa tappa è Faber spa, azienda fondata nel 1955 ed espressione della storia imprenditoriale di Fabriano, che da sempre promuove e valorizza il territorio. La Faber, oltre a sostenere il photowalk è tra i partner del progetto #RisorgiMarche, il festival di solidarietà per la rinascita delle comunità colpite dal sisma che prevede una serie di concerti dal 25 giugno al 3 agosto 2017 con 14 grandi interpreti della musica italiana.  

La città di Fabriano

La città di Fabriano

Alla scoperta di Fabriano: la città della carta

Fabriano è una delle città creative dell’UNESCO ed è nota come città della carta, per la sua produzione e per la filigranatura dei fogli, invenzione introdotta dai mastri cartai fabrianesi nella seconda metà del XIII secolo. Ma Fabriano è anche ricca di architetture e tradizioni ancora vive che scopriremo grazie alla passeggiata fotografica. Non a caso abbiamo scelto questa data, 18 giugno, in pieno Palio di San Giovanni Battista. Questa rievocazione storica, giunta alla ventitreesima edizione (dal 14 al 24 giugno 2017), rievoca il Trecento ovvero il secolo d’oro di Fabriano, periodo in cui la città, con le sue manifatture e commerci, si afferma nel contesto socio-politico dell’epoca. Il nostro photowalk ripercorrerà questa antica tradizione e sarà come tornare indietro nel tempo!

Fabriano con gli stendardi del  Palio di San Giovanni Battista

Fabriano con gli stendardi del Palio di San Giovanni Battista

La figura di San Giovanni Battista è collegata alla storia della città: il Santo divenne patrono nel 1378, quando Guido Chiavelli, dopo l’assedio alla Rocca, conquistò la città proprio il 24 giugno, giorno della festa di San Giovanni Battista che da quel momento divenne anche una ricorrenza per celebrare la vittoria della famiglia nobile Chiavelli. Lo storico palio è composto da una sacra celebrazione, tornei di vario genere e culmina con la Sfida del Maglio dove quattro fabbri, uno per ogni quartiere denominato da una delle quattro Porte cittadine (Porta del Borgo, Porta Cervara, Porta del Piano, Porta Pisana), si sfidano nel forgiare una chiave. Oltre a questa appassionante sfida ci sono eventi nel corso della manifestazione, come i borghi medievali che rappresentano scene di vita medievale, il corteo storico e i giochi popolari che comprendono gare di tiro alla fune, la corsa con i trampoli, la corsa con le brocche ed il torneo degli Arcieri.

La città di Fabriano con le botteghe medievali durante il Palio di San Giovanni Battista

La città di Fabriano con le botteghe medievali durante il Palio di San Giovanni Battista

La tradizione più profumata e colorata di tutte è quella delle infiorate corrispondenti alle quattro porte che visiteremo grazie a #fabrianophotowalk. Ma che cosa sono le infiorate? Secondo la superstizione popolare, nella notte di San Giovanni, nei quadrivi delle strade di Fabriano si davano convegno le streghe. Per accogliere queste misteriose visitatrici, ogni giovinetta esponeva sul proprio davanzale una bacinella d’acqua piena di petali di fiori e di erbe aromatiche. Le streghe che non resistevano all’intruglio rubavano i petali, lasciando scie di profumo nei vicoli della città. Secondo la leggenda, alcune streghe però resistevano alla fuga e si confondevano tra le ragazze delle quattro Porte che, durante la notte, componevano con i petali enormi, profumati, meravigliosi affreschi, creando le infiorate raffiguranti storie di santi e cavalieri. Questa tradizione continua ancora oggi e ogni anno, durante la notte di San Giovanni, le donne della città creano le quattro infiorate corrispondenti alle quattro porte. Grazie al photowalk vedremo questi capolavori coloratissimi e profumati…Una meraviglia da fotografare! Seguendo il percorso delle infiorate visiteremo la Chiesa di San Filippo e l’Oratorio della Carità decorato con un prezioso ciclo affreschi del pittore manierista Filippo Bellini.  Successivamente vedremo l’infiorata di Porta Borgo e visiteremo il Teatro Gentile da Fabriano inaugurato nel 1884 e considerato da sempre uno dei teatri più eleganti delle Marche.

La realizzazione di una tradizionale infiorata durante il Palio di San Giovanni Battista

La realizzazione di una tradizionale infiorata durante il Palio di San Giovanni Battista

Dopo queste prime tappe ci addentreremo alla scoperta della Chiesa di Santa Caterina che ospita l’infiorata Porta Pisana. Questo edificio ecclesiastico risalente al 1383, dove sono sepolti Guido e Chiavello Chiavelli signori di Fabriano, custodisce una interessante e preziosa copia della Sacra Sindone e un Crocifisso ligneo policromo scolpito da Fra Innocenzo da Petraia, ritenuto miracoloso. Poco distante dalla chiesa presso gli Orti Olivetani assisteremo alla Gara di Campionato nazionale di Tiro con l’Arco Storico, giunta all’ottava edizione e organizzata dalla Compagnia degli Arcieri di Fabriano che da sempre promuove questa disciplina anche dal punto di vista storico.  Continuando il percorso nel centro storico di Fabriano, visiteremo l’infiorata di Porta del Piano nel Chiostro di San Venanzio, annesso alla splendida cattedrale fondata nell’Alto Medioevo. Proprio il chiostro, assieme all’abside a poligono e la cappella di San Lorenzo, rappresenta i continui ampliamenti che subì la chiesa verso il Trecento, arricchendosi di forme gotiche. Proseguendo verso Piazza Quintino Sella potremmo assistere allo spettacolo del gruppo medievale Acrobati del Borgo, nato nel 2012  per far conoscere su tutto il territorio nazionale l’arte dell’intrattenimento in stile giullaresco, tramite le tecniche del circo e del teatro. Una delle tappe del nostro photowalk di storia, tradizioni ed esperienze sarà il Museo della Carta e della Filigrana, allestito nell’ex convento di San Domenico che ripercorre la storia della lavorazione della carta arrivata a Fabriano agli inizi del 1200. Da quell’epoca ad oggi, la città è diventata un polo per tale produzione, anche grazie all’invenzione della tecnica della filigrana, tramandata da generazione dai mastri cartai.

Per l’occasione nel chiostro maggiore dell’ex convento Faber spa dopo il grande successo del Fuorisalone di Milano dello scorso aprile, presenta alla città Fabriano il progetto K-arta, connubio tra tecnologia e tradizione del territorio,  proprio nel periodo in cui la città è nel vivo del programma della 23° edizione del Palio di San Giovanni. Insieme al maestro cartaio Sandro Tiberi, offre una serie di dimostrazioni sulla lavorazione  alla preziosa carta di Fabriano

Legato a questo momento del photowalk è il challenge #FaberPhotowalk  che riguarda le foto scattate alle cappe esposte al museo della carta. Il vincitori si aggiudicherà un premio prestigioso, la lampada Kumi in carta fatta a mano del valore di 350 euro. Il termine di partecipazione è il 28 giugno.

Le foto scattate e condivise sui propri canali social con il tag #faberphotowalk entro il 28 giugno saranno selezionate da una giuria composta Regione Marche, SMT Marche e Faber spa. La giuria decreterà i vincitori che verranno contattati tramite social network o e-mail.

La cappa k-arta del maestro cartaio Sandro Tiberi e Faber spa

La cappa k-arta di Faber spa in collaborazione con il maestro cartaio Sandro Tiberi

Dopo questo bellissimo tour alla scoperta della città di Fabriano, i partecipanti avranno la possibilità di gustare un  aperitivo medievale presso il chiostro San Nicolò. Per chi volesse trattenersi ed assaggiare le tipicità locali, è possibile pranzare presso l’Hostaria Medievale della Porta del Borgo, ad un prezzo convenzionato di 10 Euro e potranno assaggiare il gustoso salame di Fabriano, salume tipico della zona, presidio Slow Food.

PicMonkey Collage

Itinerario e programma della giornata

Ore 9,00 – Arrivo e registrazione presso la Loggiato di San Francesco. Per i partecipanti al photowalk, l’area di sosta consigliata è il parcheggio di Via Cappuccini (100 posti riservati per le macchine che avranno esposto l’apposito pass di partecipazione al photowalk).

Ore 9,15– Saluto delle autorità

Ore 9,30– Inizio del tour con guide in abiti d’epoca. Dal loggiato di San Francesco partiranno dai tre ai cinque gruppi di partecipanti che percorreranno il centro storico della città, i suoi angoli più suggestivi e talvolta meno noti: fra gli altri, l’Oratorio della Carità, gli Orti Olivetani, il Teatro, il chiostro di San Venanzio e il Museo della Carta e della Filigrana. La visita/il passaggio in certi luoghi della città permetterà di vedere una parte della Gara di Campionato Nazionale di Tiro con l’Arco Storico presso gli Orti Olivetani e lo spettacolo del gruppo medievale Acrobati del Borgo presso la Piazza Quintino Sella.

Ore 13,00Pranzo presso Hostaria medievale della Porta del Borgo (chiostro San Nicolò). Il menù, ad un prezzo convenzionato di 10 Euro, sarà a base delle tipicità della zona: tagliere del Contado (salumi, formaggi e erbe), crescia de lo borgo, Pincinelle de lo Priore (all’amatriciana), dolcetti de li castelli, vinsanto e visciolato, acqua e vino compresi. È obbligatoria la conferma delle prenotazioni entro la tarda mattinata di venerdì 16 giugno.

Challenge fotografico #fabrianophotowalk

All’evento si unisce un challenge fotografico rivolto ai partecipanti. Le foto che verranno condivise con l’hashtag #fabrianophotowalk avranno la possibilità di vincere:

  • 1° classificato: un weekend a Fabriano presso l’Hotel Le Muse
  • 2° classificato: filigrana artistica
  • 3°classificato: prodotti tipici fabrianesi

Termine di presentazione delle foto per il challenge: 28 giugno 2017

Le foto scattate e condivise sui propri canali social con il tag #fabrianophotowalk entro il 28 giugno saranno selezionate da una giuria composta Regione Marche, SMT Marche e Comune di Fabriano. La giuria decreterà i vincitori che verranno contattati tramite social network o e-mail.

Come partecipare?

L’iniziativa è aperta a tutti gli appassionati di fotografia e del territorio che possiedono un account social: un profilo facebook, un blog, un canale youtube, un account twitter o instagram, ma soprattutto a coloro che vorranno scoprire e condividere online le immagini della propria personale esperienza. Per iscriversi basta inviare una email con i propri dati personali e i dati dei propri profili social a: socialmediateammarche@gmail.com. Ricordiamo che condizione imprescindibile per la partecipazione al photowalk è la pubblicazione di contenuti multimediali (foto e/o video) relativi all’esperienza vissuta sui propri account social. Vi aspettiamo! Per #fabrianophotowalk hanno collaborato: Faber spa, Extreme, Hostaria Medievale della Porta del Borgo, Acrobati del Borgo,Compagnia degli Arcieri di FabrianoHotel Le Muse 

Info utili

 

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>