Il meteo del 2015 secondo il barometro delle cipolle

Volete sapere come sarà il tempo nel 2015? Nella notte tra il 24 e il 25 gennaio, come ogni anno, dal Medioevo, si rinnova il rito della lettura delle cipolle, una tradizione contadina antichissima mai dimenticata nelle Marche. Da vent’anni Emanuela Forlini, maestra elementare di Urbania, pratica la lettura di questo comunissimo ortaggio continuando la tradizione di suo padre e suo nonno.

Noi abbiamo incontrato Emanuela che ci ha raccontato la storia e la metodologia di questa antica tradizione che potete approfondire qui. Ieri mattina (25 gennaio 2015) di buon’ora ci ha inviato, come promesso, le previsioni per il 2015 dopo aver interpretato come i 12 spicchi di cipolla, lasciati fuori nella notte di “San Paolo dei segni”, hanno interagito con il sale e l’ambiente esterno.

Previsioni del tempo 2015 di Emanuela Forlini

Le cipolle presentano, nella lettura del 2015, un’insolita patina lucente di umidità: i granellini di sale infatti hanno un poco stentato a sciogliersi nella loro consueta trasformazione da “solido” a “liquido” .

I “giorni contarecci” registrati nel mese di Gennaio – che è stato mite – prevedono che il 2015 sarà un anno con temperature un po’ sopra le medie stagionali e con precipitazioni meno abbondanti degli anni scorsi.

Le cipolle dicono che i mesi dell’anno nuovo si presenteranno, a volte, con alternanze climatiche atipiche e con aspetti di relativa instabilità.

  • Inverno: dai “giorni della merla” l’inverno comincerà a farsi sentire con giornate dalle temperature più rigide, gelate e precipitazioni anche nevose.
  • Primavera: i mesi di primavera – salvo episodi di instabilità climatica – saranno connotati da belle giornate e temperature miti.
  • Estate: l’estate sarà bella e soltanto marginalmente interrotta da piovaschi e giorni variabili.
  • Autunno: la stagione autunnale sarà caratterizzata da una relativa scarsità di precipitazioni.

Ed ora passiamo ai mesi:

  • Gennaio: il mese ha aperto il 2015 con temperature miti, salvo gli ultimi giorni che segneranno il ritorno dell’inverno;
  • Febbraio: mese dai giorni freddi, gelo e precipitazioni anche nevose;
  • Marzo: variabile con le alternanze tipiche del mese, specie nell’ultima quindicina;
  • Aprile: prevalenza di belle giornate primaverili;
  • Maggio: bel tempo;
  • Giugno: buon inizio dell’estate, soltanto marginali presenze di piogge;
  • Luglio: variabile nell’ultima parte del mese con piovaschi , ma quasi sempre bello;
  • Agosto: Caldo e bel tempo, con qualche eccesso di umidità;
  • Settembre: variabile, tendente al bello;
  • Ottobre: modeste piogge e qualche instabilità;
  • Novembre: variabile, specie nella prima parte del mese;
  • Dicembre: giornate serene con temperature fredde e gelate.

Emanuela ci tiene a dire che la sua interpretazione non ha nessuna presunzione di essere scientifica ma rappresenta soltanto una tradizione perpetuata negli anni che vuole continuare a rispettare per affetto ai suoi cari. 

Info utili

Ti potrebbe interessare anche...

4 thoughts on “Il meteo del 2015 secondo il barometro delle cipolle

  1. Complimenti Emanuela, ti ammiro e ti invidio io nella vita non ho avuto il tempo di coltivare queste tradizioni, grazie a te che le fai conoscere alle nuove generazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *