Il menù delle feste di Natale: le vostre ricette

“A.A.A. Quali sono le vostre ricette marchigiane per celebrare le festività?” Abbiamo chiamato a raccolta i nostri lettori e fan sulle pagine social del turismo marchigiano per farci raccontare le ricette della tradizione, quelle che mamme e nonne cucinano con passione per le feste natalizie. Ed eccoci a condividere con voi le preparazioni che ci sono arrivate! Grazie a tutti per la collaborazione e la partecipazione…ora non ci resta che augurarvi di passare un sereno e gustoso Natale nelle Marche assaporando le delizie della nostra gastronomia!

Sieti pronti? Tutti ai fornelli, si inizia a cucinare!

Antipasto

Olive ascolane

oliveascolane

Sulla tavola marchigiana delle feste non possono di certo mancare le olive ascolane! Le avete ami assaggiate? Se la risposta è no dovete correre subito ai ripari, venire nelle Marche e farne una bella scorpacciata. La ricetta delle olive ascolane ce la manda Tamara Cinciripini del blog “Perle e Ciambelle” che ci ricorda che la nascita di questa preparazione  risale addirittura all’anno 1800. La ricetta è stata poi tramandata di generazione in generazione, e ogni famiglia ha la “sua”. Chi mette carne di tacchino, chi preferisce il pollo, chi aggiunge del pepe e chi no! Cercare la vera ricetta dell’oliva all’ascolana non è un impresa facilissima, ma tutte sono rigorosamente preparate con le olive tenere Ascolane, molto più carnose delle classiche olive verdi, e in tutte le ricette il ripieno di carne va fatto cuocere precedentemente!

Vai alla ricetta delle olive ascolane di Tamara Cinciripini

Coppe maritate

coppemaritate2

Questa ricetta tipica del Piceno, è semplice e gustosissima e vi garantiamo che stupirà i vostri ospiti! Sono delle semplici fette di pane passate nell’uovo e poi fritte. Potete mangiarle calde o fredde, da sole o accompagnate a formaggi e salumi, a voi la scelta!

Ricetta delle coppe maritate di Tamara Cinciripini

Primi

Vincisgrassi

vincisgrassi

Uno dei piatti più tipici delle Marche sono i vincisgrassi, e non possono di certo mancare sulla tavola addobbata a festa per il Natale. Se non li avete mai assaggiati vi consigliamo di recuperare al più presto cimentandovi nell’impresa (non vi neghiamo che sia un po’ laboriosa) oppure con un bel viaggetto nelle Marche. Si tratta di una preparazione dal gusto unico, fatta con un ragù dal profumo intenso, da una sfoglia di pasta all’uovo sottile e dalla besciamella che lega tutti gli ingredienti in una piacevolissima esperienza culinaria.

Vai alla ricetta di @claudia813

Secondi

Coniglio in salsa

coniglio-in-salsa

Il coniglio è uno degli animali di bassa corte maggiormente presenti nella dieta marchigiana, retaggio degli usi gastronomici dei mezzadri. Questo del coniglio in salsa o in salmì è una versione molto gustosa ed originale. Provatela e non ve ne pentirete!

Vai alla ricetta del coniglio in salsa di @soniadarini 

Dolci

Cavallucci

Cavallucci marchigiani

I cavallucci, così chiamati perché la loro forma ricorda il dorso e le zampe di un cavallo, sono dolci tipici del periodo invernale delle zone di Cingoli, Apiro, Staffolo e Filottrano. In passato le “vergare” iniziavano a prepararli a San Martino e la produzione continuava per tutta la stagione fredda. Si tratta di un dolce molto sostanzioso perché racchiude al suo interno un mondo di sapori: sapa (o mosto cotto), fichi secchi, canditi, uvetta, cioccolato, noci, mandorle, arancia grattugiata, caffè e mollica di pane. Quel che si dice un vero e proprio concentrato di energia. Volete cimentarvi  nella preparazione dei cavallucci?

Vai alla ricetta dei cavallucci di Tasting Marche

Frustingo

frustingo

Il frustingo è un dolce tipico marchigiano a base di frutta secca e fichi ed è uno dei pochi dolci che hanno un numero così elevato di nomi a seconda della provincia. Si racconta che il frustingo sia il più antico dolce di Natale, e che la sua ricetta, più di duemila anni fa, sia passata dalle mani etrusche a quelle picene. La ricetta classica, si è lentamente evoluta nel tempo, sia per il variare del gusto che per ovviare alla scarsa reperibilità di alcuni ingredienti. Nato come un piatto povero, la frutta secca costava poco e recuperava il pane raffermo, è oggi al contrario abbastanza costoso.

Vai alla ricetta del frustingo di @soniadarini

3-6-9 di Offida

3-6-9-offida

Il “3-6-9” é un dolce tipico della tradizione di Offida. Il nome curioso deriva dalle dosi che vengono utilizzate per realizzarlo. Necessita di pochi e semplici ingredienti ed è molto semplice da preparare.

Vai alla ricetta del “3-6-9” di @soniadarini

Panettone

panettone

Non c’è Natale senza panettone! Ecco la ricetta gentilmente condivisa con noi da @reginadelbosco (su Instagram)

Vai alla ricetta del panettone di @reginadelbosco 

Queste sono solo alcune proposte, sicuramente non esaustive della varietà di preparazioni che accompagnano le feste natalizie. Una raccolta più approfondita la potete trovare qui. Se volete continuare ad inviarci le vostre ricette siamo lietissimi di leggerle e condividerle con i nostri lettori su questo blog. Scriveteci una mail a socialmediateammarche@gmail.com

Info utili

 

Ti potrebbe interessare anche...

One thought on “Il menù delle feste di Natale: le vostre ricette

  1. Sono nata a Roma ma il mio cuore è sempre nelle Marche, e leggere le ricette natalizie marchigiane mi ha fatto piacere. Per Natale ho regalato ai miei amici romani ” le olive ascolane” che ho fatto io e sono rimasti sbalorditi per la bonta’. Per la Befana faro’ i vincisgrassi incassettati. Buon Anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *