Braccano, il paese dei murales

Sul versante occidentale del Monte San Vicino, immerso all’interno di una meravigliosa valle si trova Braccano, un delizioso borgo di circa 150 abitanti decorato da murales. Passeggiando tra una casa e l’altra è possibile scorgere sulle pareti, nei muretti e nei fienili, coloratissimi disegni (circa una sessantina) realizzati dagli studenti dell’Accademia di Brera e di Macerata, con la partecipazione di artisti provenienti da tutto il mondo. Ruralità, paesaggio ed arte sono gli elementi distintivi di questo paese che grazie all’impegno e alla passione dei suoi abitanti ha dato vita ad una mirabolante esplosione di colori che lo ha reso famoso dal 2001.

braccano2

braccano-ok

braccano-ok2

braccano-murales

 

braccano-murales7

Natura e sentieri a Braccano e dintorni

Braccano è una delle più grandi frazioni di Matelica e offre ambienti naturali incontaminati, grotte e anfratti. Dopo aver visitato il centro storico alla ricerca di murales vi consigliamo di esplorare la natura e i sentieri circostanti. Ci troviamo in un luogo ricco di vegetazione con boschi di roverella, orniello, carpino, acero e scotano e nel periodo autunnale prende vita con un gioco di colori meraviglioso: dal rosso intenso al giallo, dal marrone all’arancione. Nel periodo tardo primaverile la valle si riempie invece di profumi grazie alle varie specie floristiche.

All’interno della Gola di Braccano troviamo due splendide forre (Gola di Jana e Bocca de Pecu), che trasformano il luogo in un ambiente magico e incontaminato. Qui passeggiando per i sentieri che le circondano si possono incontrare varie tracce di animali e non si esclude che guardando nel cielo non si possa veder volare, poiane e altri rapaci che iniziano a nidificare nel luogo.

braccano-gola-di-jana

Gola di Jana a Braccano

Braccano è inoltre considerato un punto di partenza per le escursioni naturalistiche verso la Riserva del Monte San Vicino e del Canfaito. Assolutamente da non perdere una passeggiata alla faggeta di Canfaito. Qualsiasi stagione voi scegliate per visitarla vi regalerà emozioni uniche, ma in autunno da il meglio di se. Date un’occhiata a questo post in cui ve la raccontiamo con tante bellissime foto.

canfaito-luigi-alesi

Faggeta di Canfaito in autunno. Foto di Luigi Alesi

Altra interessante escursione è quella che porta all’antica Abbazia di Roti, dell’ordine religioso dei Benedettini che s’insediò nelle nostre zone già intorno all’ XI, XII secolo.

abbazia-roti-canfaito

La tradizione dei carbonai

Braccano è anche storia e tradizioni come quella dei carbonai che qui si sviluppò dai primi del 1800 fino al 1960. I boschi che circondano il borgo sono ricchi di legna adatta a questo tipo di attività. Oggi, infatti, nei sentieri nella zona dell’Abbazia di Roti, sono ancora, presenti tracce di antiche carbonaie.

carbonai-braccano

Nei dintorni di Braccano

Con un’escursione di qualche ora si possono visitare le Grotte di Frasassi e Fabriano, città della carta; la casa natale di Leopardi a Recanati, i centri storici di San Severino Marche, Cingoli, Tolentino, Treia e Camerino, tutti di notevole interesse architettonico ed artistico.

Info Utili

  • Visita il sito di Braccano
  • Per la realizzazione di questo articolo ringraziamo Maria Cristina Mosciatti del Comitato di Braccano, Vinano e Campamante che ci ha fornito tutte le informazioni necessarie

 

Ti potrebbe interessare anche...