“Alta Via delle Marche” a piedi: un video racconto

Conoscere ed amare la natura significa viverla intensamente, significa assaporarne l’essenza, senza fretta. Qual’è secondo voi il modo più immediato per poterla cogliere? Ci avete mai pensato? Nicola Pezzotta e Ruben Marucci, guide naturalistiche della Regione Marche e grandi amanti della montagna, hanno voluto riassumere nel progetto “Alta Via delle Marche – racconti dall’Appennino” le tante e sfaccettate anime che compongono il controverso rapporto fra uomo e natura: la componente esperienziale, quella spirituale, quella turistica, quella più pragmatica e quella estetica. Per potersi addentrare in profondità in ogni singolo aspetto hanno deciso di utilizzare il mezzo di trasporto più antico che l’uomo ha da sempre utilizzato per raggiungere le proprie mete: il cammino. In questo caso il movimento lento, lo spostarsi senza fretta è ciò che caratterizza l’essenza stessa di questo progetto che sta permettendo loro di riscoprire la semplicità del viaggio ma allo stesso tempo di far prova della sua complessità.

lucia alta via delle marche

“Dal Monte Cucco con lo sguardo a quello che verrà”.

Il progetto, organizzato e definito nei minimi dettagli durante i lunghi mesi invernali, ha prodotto un’entusiasmante “sfida” di 28 giorni a piedi percorrendo il territorio montano e alto collinare della nostra regione, da nord a sud, partendo da Carpegna in provincia di Pesaro Urbino, fino ad arrivare a Umito in provincia di Ascoli Piceno, attraverso un’area che resta lontana dal turismo di massa ma che, non per questo, è meno bella ed emozionante. L’idea, ci racconta Nicola, non è fine a se stessa ma vuole essere una sorta di test da poter replicare liberamente, anche non per intero, da parte di coloro che spinti dalla voglia di una vacanza attiva in montagna, vogliano ripercorrere durante un weekend un tratto del percorso.

Alta via delle marche

Elisa, Fabiola, Lucia e Nicola ci mostrano la bandiera del progetto prima di ripartire per un’altra tappa del cammino

I ragazzi sono partiti il 6 giugno insieme ad altri appassionati e amici che si sono uniti a loro in alcune delle 25 tappe del viaggio e arriveranno a destinazione il 3 luglio. Durante gli spostamenti, hanno documentato e condiviso con il pubblico gli attimi più significativi, le esperienze più divertenti e i momenti più duri dell’impresa attraverso le pagine Facebook delle loro associazioni.

La redazione del blog Destinazionemarche li ha raggiunti il 18 giugno a Castelletta di Fabriano, durante una tappa intermedia del percorso, per raccogliere le impressioni della prima metà del cammino e per ascoltare i desideri le speranze riposte nell’ultima parte del viaggio. Ecco a voi il video racconto dell’esperienza, direttamente dalla voce di chi l’ha vissuta e una galleria fotografica dei momenti più importanti del percorso. Buona visione e buon cammino!

Info utili: 

 

Ti potrebbe interessare anche...

2 thoughts on ““Alta Via delle Marche” a piedi: un video racconto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *