25 aprile e 1° maggio nelle Marche: tra borghi, mostre, fritto misto e… rane in carriola

Ancora indecisi su cosa fare nei ponti del 25 aprile e 1° maggio? Le Marche vi aspettano tra borghi senza tempo, incantevoli mostre che spaziano nei secoli ed eventi imperdibili come Fritto Misto ad Ascoli Piceno, la festa dei Folli a Corinaldo e il palio della Rana a Fermignano. Siete pronti a raggiungere #destinazionemarche per un pieno di relax, divertimento e ottima cucina?

Ecco alcuni spunti che potranno aiutarvi a scegliere il vostro itinerario di viaggio.

Un tour tra i 23 Borghi più belli d’Italia

Con il meteo “intermittente” che regala caldi giorni di primavera e qualche richiamo di inverno, vi suggeriamo di scegliere uno dei 23 Borghi più belli d’Italia, il riconoscimento assegnato ai piccoli centri italiani di spiccato interesse artistico e storico, di cui le Marche sono particolarmente ricche. In collina troviamo difatti Cingoli, Corinaldo, Gradara, Grottammare, Mondavio, Mondolfo, Montecassiano, Montecosaro, Montefabbri, Montefiore dell’Aso, Montelupone, Moresco, Offagna, Offida, San Ginesio, Servigliano, Torre di Palme e Treia, mentre in montagna è possibile scegliere tra Frontino, Macerata Feltria, Monte Grimano Terme, Sarnano e Visso. Se volete percorrere un itinerario tra cultura, storia, arte ed enogastronomia seguite i percorsi che abbiamo seguito nei Photowalk degli scorsi anni a Cingoli, Corinaldo, Gradara e Offida.

Foto © Sabrina Casson e © Chiara Pacetti, tra i vincitori di #cingoliphotowalk

Foto © Sabrina Casson e © Chiara Pacetti, tra i vincitori di #cingoliphotowalk

Corinaldo e una delle immagini vincitrici di #offidaphotowalk di © Claudio Colosio

Corinaldo e una delle immagini vincitrici di #offidaphotowalk di © Claudio Colosio

Le Marche in mostra

L’arte delle Marche spazia nei secoli, dal Trecento al contemporaneo. La Mole Vanvitelliana di Ancona ospita fino al 25 giugno la mostra SteveMcCurry. Icons, uno dei più grandi maestri della fotografia contemporanea, e già che ci siete non potete perdervi, sempre alla Mole, Ecce Homo, un vero e proprio itinerario tra forme, volumi e scene all’interno della scultura italiana, con più di 40 opere, aperta al pubblico fino al 7 maggio.

La Mostra Steve Mc Curry (Foto dal sito www.stevemccurryicons.it)

Uno scatto della mostra SteveMcCurry.Icons

Sempre nel capoluogo di regione segnaliamo Olivuccio di Ciccarello dai Musei Vaticani ad Ancona (fino al 4 giugno), mentre Ascoli Piceno offre la mostra d’arte contemporanea Minimi Avanzi di Bertozzi&Casoni: le splendide sale, ammobiliate con rare poltrone, lampadari di Murano, specchiere e cassettoni del XVIII e XIX secolo, conviveranno con delle opere d’arte contemporanea fino al 24 settembre.

La Mostra Minimi Avanzi d Bertozzi&Casoni

La Mostra Minimi Avanzi di Bertozzi&Casoni

A Senigallia è stata inaugurata da qualche giorno Venti Futuristi: attraverso oltre 50 opere tra cui dipinti, disegni, studi per abiti, incisioni, prove grafiche ed elementi legati all’arredo della casa, la mostra vuole accendere i riflettori sugli sviluppi che il Futurismo ha avuto nelle Marche a partire dal 1922. Appuntamento a Palazzo del Duca fino al 2 luglio.

Urbino, Fano e Pesaro vi aspettano, fino al 3 settembre, con la mostra Rinascimento Segreto, curata da Vittorio Sgarbi. Un’esposizione diffusa sul territorio con 70 opere – tra dipinti, sculture e oggetti – dall’inizio del quattrocento alla metà del cinquecento.

Originale e solidale la mostra Capolavori Sibillini di Osimo, fino al 1° ottobre. A Palazzo Campana l’arte nei luoghi colpiti dal terremoto, con 100 opere, per la prima volta visibili tutte insieme, che trovano rifugio nel palazzo storico di Osimo.

Alcune delle opere presenti nella mostra Capolavori dei Sibillini

Alcune delle opere presenti nella mostra Capolavori dei Sibillini

 Il paradiso dei camperisti

La nostra regione è particolarmente adatta per gli amanti del camper, forse perché ha saputo mantenere negli anni quell’atmosfera un po’ appartata che sa di tradizione e rispetto o forse perché si spazia dal mare azzurro alle cento città, dei cento paesaggi e dei cento piatti, o forse ancora perché, sulle quattro ruote, è possibile gustare il contatto con la natura più incontaminata ad un passo dei centri urbani. Quale che sia la ragione che fa arrivare famiglie e coppie in camper, vi consigliamo alcuni itinerari della provincia di Pesaro Urbino che vanno da Gabicce a Montecalvo in Foglia, da Fano a Acqualagna e da Marotta a Serra Sant’Abbondio.

L'itinerario dei camperisti nella provincia di Pesaro Urbino

Alcune tappe di uno degli itinerari consigliati per i camperisti nella provincia di Pesaro Urbino

Scarica la guida Plein Air Marche >>.

 Ad Ascoli il Fritto è uguale per tutti

La regina incontrastata sarà l’oliva all’ascolana, a Fritto Misto  la rassegna che da qualche anno richiama migliaia di golosi ad Ascoli Piceno. “Il Fritto è uguale per tutti!, quando il gusto supera le differenze” è il claim della 13° edizione, che si pone come obiettivo quello di ricordare le origini e il carattere comunitario della frittura, una tecnica di cottura protagonista di tutte le tradizioni culinarie del mondo. Appuntamento dunque dal 22 aprile al 1° maggio, nel meraviglioso centro storico di Ascoli Piceno, costruito quasi interamente in travertino. E per i più irriducibili c’è anche la Fritto Card, la carta servizi che permette di ottenere omaggi e agevolazioni, tra cui una degustazione di Anisetta Meletti gratuita, una degustazione e una bottiglietta di olio extravergine biologico Piceno Open, oltre a riduzioni per l’ingresso dei museo e il musical in scena al Teatro Ventidio Basso.

Fritto Misto, la rassegna ad Ascoli Piceno

Fritto Misto, la rassegna ad Ascoli Piceno

Feste “saltanti” e “da folli”

Per chi ha voglia di divertirsi “a suon di colori” c’è la Festa dei Folli di Corinaldo (An), quattro giorni di allegria dal 22 al 25 aprile, con artisti di strada, street band, tornei degli sbandieratori, campionato nazionale arcieri, mercatini artigianato locale e prodotti tipici, il planetario astronomico, concerti rock e folk, discoteca, stand gastronomici, laboratori per bambini, voli dei droni e tanto altro ancora. Il momento clou sarà il 25 aprile, con la Crazy Run, la folle corsa colorata, un evento da non perdere!

La Crazy Run, durante la Festa dei Folli di Corinaldo (Foto tratta da

La Crazy Run, durante la Festa dei Folli di Corinaldo (Foto tratta dalla pagina Fb © Gruppo Storico Città di Corinaldo “Combusta Revixi”

Per fare un salto – letteralmente parlando – nel passato, Fermignano (Pu) organizza il 53° Palio della Rana, il 21, 22 e 23 aprile. La domenica dopo Pasqua, domenica in albis, si tiene una gara davvero singolare, che ha origini nel lontano 1607, per festeggiare la nascita del primo Consiglio Municipale del paese marchigiano, Fermignano. Costumi storici, spettacoli di artisti di strada, giullari e musici, commedianti e poeti, mercatini d’antiquariato, spettacoli dei falconieri e tanto altro ancora la faranno da padrone nel piccolo borgo vicino a Urbino. Il gioco della rana consiste nel trasportare una rana su una carriola, correndo per 170 metri verso il traguardo, con la sua carriola e la sua rana. Ovviamente la rana deve arrivare al traguardo sopra alla carriola, se salta via l’atleta è escluso dalla gara. Per partecipare sono richieste velocità, orientamento, scatto, abilità nella conduzione della carriola, freddezza, determinazione e un bel po’ di fortuna nel trovare la rana giusta che decida di godersi la corsa in carriola fino al traguardo.

La corsa della rana, a Fermignano

La corsa della rana, a Fermignano (Foto tratta dalla pagina Fb © Pro-Loco Fermignano)

 Pacchetti

Per conoscere tutti i pacchetti vacanze offerti dai tour operator attivi su tutto il territorio regionali, clicca qui >>. Tra gli altri segnaliamo: Tour del Fritto Misto, Ritorno ai Sibillini e tour di Loreto, Abbadia di Fiastra e Urbino.

Info utili

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *