10 cose da fare e vedere a Macerata

Avete voglia di fare una gita fuori porta? Vi diamo l’occasione di scoprire insieme a noi una delle città più belle e ricche di storia e cultura delle Marche. Macerata è una città dalle mille anime, vivace perché sede di una fra le università più antiche al mondo ma capace di preservare uno stile di vita tradizionale e genuino perché dolcemente accoccolata e protetta dalle splendide colline marchigiane. Ecco 10 modi per scoprirla!

1) Assistere ad uno spettacolo all’Arena Sferisterio

sferisterio

L’Arena Sferisterio durante il Macerata Opera Festival

Lo Sferisterio è uno degli edifici storici più importanti della città. Splendido esempio di architettura neoclassica, ospita ogni estate una prestigiosa stagione lirica, il Macerata Opera Festival e numerosi altri eventi culturali. La storia di questo edificio è singolare: venne costruito nel 1829 grazie all’iniziativa di un gruppo di cittadini benestanti di Macerata che decisero di dotare la città di un luogo dove poter godere di spettacoli pubblici. Inizialmente tali spettacoli erano esclusivamente sportivi. Il pallone con il bracciale era lo sport più diffuso all’epoca e la provincia di Macerata poteva vantare campioni di calibro nazionale.

2) Visitare Palazzo Buonaccorsi

macerata-palazzo-buonaccorsi-galleria-eneide-001

La spettacolare Sala dell’Eneide al piano nobile del palazzo.

Lo splendido Palazzo Buonaccorsi, terminato di costruire nel 1718, ospita oggi tre percorsi espositivi di grande interesse: il Museo di Arte Moderna , il Museo di Arte Anticae l’originale Museo della Carrozza. Vi consigliamo di soffermarvi ad ammirare la preziosa Sala dell’Eneide, al piano nobile del palazzo, a cui si giunge dopo un percorso nelle 13 sale allestite della Pinacoteca. Un capolavoro settecentesco costituito da affreschi che rappresentano scene della mitologia classica in una sala rivestita di lastre di travertino e pezzi di diaspro. Divertitevi  a cercare il vostro segno zodiacale nel portelloni finemente decorati delle finestre. 

3) Sedersi nel teatro storico Lauro Rossi

macerata-teatro-lauro-rossi-001

Lo spettacolare interno del Teatro Lauro Rossi di Macerata

Le Marche sono famose per il gran numero di teatri storici presenti sul territorio e ancora impiegati secondo il loro tradizionale utilizzo. Anche Macerata possiede uno di questi preziosi gioielli artistici e architettonici: il Teatro Lauro Rossi. Costruito alla fine del settecento la sua veste originaria è stata mantenuta intatta ed è possibile assistere agli spettacoli musicali e di prosa a seconda della stagione.

4) Riscoprire la tradizione popolare a Fonte Maggiore 

fonte-maggiore-macerata-beni-culturali-marche

Un’antica foto della Fonte Maggiore, luogo di incontro.

Questa fonte rappresentava il principale serbatoio d’acqua della città, intorno al quale si raccoglieva tutta  la popolazione per le consuete faccende giornaliere. Luogo di approvvigionamento e di abbeveramento per gli animali la sua struttura presenta ancora oggi la suddivisione di ampi spazi in canali e fontane. Per gli amanti della tradizione popolare!

5) Farsi una scorpacciata di Vincisgrassi

piatto-finito

Un succulento piatto di Vincisgrassi. Foto © Luca Tombesi

Visitare un luogo significa anche immergersi nelle tradizioni locali. Quale miglior modo di apprezzare la storia di un territorio che assaggiarne le specialità culinarie? Preparatevi a provare un piatto servito in ogni locale, casa, osteria o semplice ristoro di Macerata: i Vinicisgrassi!  Siete curiosi di conoscerne la storia e la ricetta? Leggete l’articolo di Luca Tombesi pubblicato nella sezione “Raccontaci le Marche” del nostro blog.

6) Attraversare Porta San Giuliano e assaporare la tradizione al Museo della Tessitura

museo della tessitura ok

L’arte della tessitura a mano con telaio. Foto © www.latela.net

Nei pressi di Porta San Giuliano, uno dei cancelli più antichi della città, trovate il caratteristico Laboratorio di tessitura e Museo La tela.   All’interno del museo sarete in grado di fare un viaggio alla scoperta della tradizione tessile dell’entroterra marchigiano attraverso tre diversi percorsi: gli strumenti della memoria, l’antica tessitura a liccetti e il giardino delle piante tintoree da fibra.

7) Fare un tuffo nella cultura nella Biblioteca Mozzi Borgetti 

mozzi borgetti

La bellissima Sala degli Specchi della biblioteca civica

Non perdetevi una visita ad una delle maggiori biblioteche delle Marche, con circa 350.000 volumi tra cui preziosissimi manoscritti e incunaboli, raccolte musicali, teatrali e fotografiche di grande valore storico. Gli edifici che ospitano la biblioteca risalgono al settecento e sono di particolare pregio i soffitti, gli affreschi e i fregi che ne decorano gli ambienti.

8) Perdersi lungo le mura storiche e le sue curiosità

macerata-002

Una veduta di Macerata al tramonto

A spasso per i vicoli di Macerata è bello perdersi  fra gli edifici a mattoncini, le scalinate, le piazze e le chiese che impreziosiscono la città. Vi sveliamo qualche piccolo segreto che forse non sapevate: costeggiando le mura che girano tutto intorno al centro storico, cercate Via degli Orti e date una sbirciata in alto. Il nome dalla via è dovuto agli orti ricavati entro le mura e curiosamente collegati alle case dei proprietari attraverso piccoli ponti. Si dice invece che l’antica  torretta su via dei Sibillini fosse un tempo appartenuta al boia della città che qui vi conservava la sua terribile attrezzatura. Verità o leggenda?

9) Scoprire l’Aula Magna dell’Università di Macerata

aula magna università macerata

Un evento ufficiale nell’Aula magna di Unimc. Foto © www.unimc.it

Macerata vanta una delle università più antiche al mondo. Fondata nel 1290 è ancora oggi punto di riferimento per tanti studenti che rendono vivo e colorato il centro cittadino. Se volete respirare un po’ della vita universitaria della città vi consigliamo di visitare l’aula magna che si trova all’interno della facoltà di Giurisprudenza. Opera dell’architetto Giuseppe Rossi, presenta bellissimi affreschi e portali lignei e viene ancora  utilizzata oggi per cerimonie ufficiali come lauree e conferenze.

10) Salire sulla Torre Civica e assistere al carosello dell’orologio astronomico

torre dell'orologio

L’orologio planetario e i portici di Piazza della Libertà. Foto © Comune di Macerata

Se amate spazi ampi e viste panoramiche vi suggeriamo di terminare la vostra giornata di visita alla città salendo sulla Torre Civica. Da lassù potrete ammirare non solo tutto il centro storico ma anche le colline circostanti fino al mare, uno sguardo a 360° su tutto il territorio. Gli abitanti della città hanno potuto festeggiare il 18 aprile scorso la ricollocazione dell’antico orologio astronomico riprodotto fedelmente secondo una ricostruzione storica. Si tratta di un’opera di meccanica di precisione rinascimentale di grande pregio artistico e scientifico: un immenso quadrante blu che indica l’ora, le fasi lunari e il movimento dei corpi celesti e un carosello composto da i Re Magi e dalla Madonna con il Bambino. Per vedere il meccanismo in funzione posizionatevi sotto la torre alle 12.00 o alle 18.00 e godetevi lo spettacolo!

A Macerata c’è molto di più da vedere, scopritelo qui sotto!

Info utili

 

Ti potrebbe interessare anche...

One thought on “10 cose da fare e vedere a Macerata

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>